Marta Zenoni da record nei 1.500
E Andrea Motta nell’alto vola a 2,14

Prima gara in pista del 2016 e subito un record per la bergamasca Marta Zenoni nei 1.500 a Padova. E l’altista Andrea Motta a Bergamo è riuscito a salire sino alla misura di 2,14 eguagliando la miglior prestazione italiana categoria under 18.

Marta Zenoni da record nei 1.500 E Andrea Motta nell’alto vola a 2,14
Marta Zenoni

Domenica 17 gennaio a Padova l’ancora 16enne dell’Atletica Bergamo 1959 Creberg è stata autrice di una prova in solitaria nei 1500 metri che l’ha condotta al traguardo in 4:16.02 (passaggi: 33:1/200m - 1:06.7/400m - 1:40.7/600m - 2:15.6/800m - 2:50.0/1000m - 3:24.7/1200m). Occhio al crono perché è la migliore prestazione italiana Allieve che toglie quasi tre secondi al precedente limite di categoria, 4:18.86, che proprio la Zenoni aveva corso su questa stessa pista il 21 febbraio della passata stagione. Un risultato che per la cronaca è inferiore anche al primato nazionale junior al coperto: 4:21.91 di Federica Del Buono nel 2013. Grazie a questa performance la giovane mezzofondista lombarda, bronzo mondiale under 18 e tricolore assoluta outdoor degli 800 metri, fa il suo ingresso al decimo posto nella top-10 italiana alltime assoluta in sala.

#atletica #indoor2016 esordio stagionale in pista subito da #record per il bronzo mondiale under 18 Marta Zenoni:...

Posted by Federazione Italiana di Atletica Leggera on Domenica 17 gennaio 2016

Fenomenale è stato anche l’altista Andrea Motta, anche lui sedicenne, che s’è guadagnato la copertina della riunione disputata nel tunnel di via Gleno. In gara a fianco dell’amico-rivale Stefano Sottile (campione mondiale allievi 2015), è riuscito a salire sino alla misura di 2,14, progresso di sei centimetri sul personale, eguagliando la miglior prestazione italiana categoria under 18.

© RIPRODUZIONE RISERVATA