Messi si regala l’ultima vittoria, per ko «Ritirarmi così mi fa quasi arrabbiare»

Messi si regala l’ultima vittoria, per ko
«Ritirarmi così mi fa quasi arrabbiare»

L’ultima, come se fosse la prima. Luca Messi saluta con i pugni al cielo il suo pubblico e il suo ring, regalandosi l’ultima vittoria di una carriera da film. E siccome i migliori film richiedono grandi finali, ecco anche la vittoria per ko tecnico.

La gente c’era, gli striscioni pure, così come l’incitamento: mancava il successo, raggiunto in un lampo, a metà della seconda ripresa. Bergamo Bomber entra in scena come una star: occhiali da sole, maglia dell’Atalanta numero 50 (come i suoi match pro) e sponsor tatuato sulla schiena. Poi mette al tappeto il perugino Giammario Grassellini e dice davvero addio, quasi quindici mesi dopo la ridiscesa in campo in Italia, nella stessa cornice dell’Italcementi.

Al tappeto Gianmario Grassellini, per Messi l’ultima vittoria

Al tappeto Gianmario Grassellini, per Messi l’ultima vittoria
(Foto by Beppe Bedolis)

«Ritirarmi così mi fa quasi arrabbiare, ma ora è giunto il momento di chiudere», urla a centro ring, due mesi dopo avere compiuto i quarant’anni. Oggi Messi farà un giro del campo a salutare i tifosi, allo stadio. Messi e poi il resto. Gli Italia Thunder rendono ancora più magica la serata dell’Italcementi prendendosi, nella premessa, la qualificazione alla fase a eliminazione diretta delle World Series of Boxing: serviva una vittoria contro gli Astana Arlans Kazakistan, che fino a ieri non avevano sbagliato un colpo. Alla fine, tre incontri vinti dagli azzurri e due dai kazaki dicono che l’Italia mette la freccia e si riprende il terzo posto

Messi con la maglia dell’Atalanta

Messi con la maglia dell’Atalanta
(Foto by Beppe Bedolis)

RISULTATI: World Series of Boxing, 14a giornata: Italia Thunder-Astana Arlans Kazakistan 3-2. 52 kg: Gaurav Bidhuri (Ind, Ita) b. Miras Zhakupov (Kaz); 60 kg: Donato Cosenza (Ita) b. Roman Chshegrinov (Kaz); 69 kg: Aslanbek Shymbergenov (Kaz) b. Adam Nolan (Irl, Ita); 81 kg: Valentino Manfredonia (Ita) b. Hrvoje Sep (Cro, Kaz); +91 kg: Filip Hrgovic (Cro, Kaz) b. Alessio Spahiu (Ita). Luca Messi b. Giammario Grassellini.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola domenica 26 aprile 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA