Migliaccio: «A Napoli per far punti Siamo convinti che ci salveremo»

Migliaccio: «A Napoli per far punti
Siamo convinti che ci salveremo»

Qualche oretta di riposo per il guerriero atalantino in mezzo ai tifosi che sono accorsi allo store di OrioCenter dell’Atalanta.

Giulio Migliaccio è stato il protagonista del giorno al negozio della società atalantina: momento complicato quello in casa dei bergamaschi, ma il centrocampista è proprio uno dei simboli della squadra, per quello che ha fatto a Bergamo nelle due diverse parti della sua carriera, a dare la carica ai compagni. Il numero 8 atalantino si ritrova a dover lottare per salvare la categoria per la seconda volta a Bergamo, dopo l’avvincente ritorno di campionato con Delio Rossi, che però non permise a Bellini e compagni di rimanere in A, nel 2004/2005.

«Tutto è differente rispetto a quell’anno -. Quando sono arrivato eravamo spacciati, poi dopo siamo retrocessi tra gli applausi, e l’anno dopo siamo ripartiti con l’entusiasmo giusto. Siamo in un momento di difficoltà e crediamo di tirarci fuori: i numeri parlano chiaro, non siamo mai stati tra le ultime tre e siamo a +5 rispetto alle altre. Da Colantuono a Reja è cambiato un po’ tutto, dalla metodologia di lavoro al modulo ai modi di fare dell’allenatore, che come giusto che sia sono diversi da chi lo ha preceduto».

Il prossimo match dei nerazzurri si presenta alquanto proibitivo, impegnati sul terreno di gioco del Napoli nel posticipo di domenica 22 marzo. «Andiamo a Napoli con l’obiettivo di portare via punti: ce lo chiede la classifica, ma ce lo meritiamo anche noi perché due punti in 6 partite sono pochi. Siamo sereni e consapevoli di essere un buon organico e siamo convinti che centreremo l’obiettivo. Loro sono un po’ in difficoltà ma rimangono una grande squadra con tanti campioni: troveranno un’Atalanta arrabbiata e vogliosa di fare punti. Speriamo di approfittare delle fatiche dell’Europa League. Migliaccio tiene a tutte le partite non solo a quella con il Napoli dove gioco in casa: tengo solo al bene e alla salvezza di questa squadra. Dobbiamo essere tutti all’altezza della situazione: servirà un’Atalanta perfetta».

Simone Masper


© RIPRODUZIONE RISERVATA