Mihajlovic: «Partita inaccettabile Senza cattiveria, ora tutti in ritiro»
Sinisa Mihajlovic a fine partita (Foto by Magni)

Mihajlovic: «Partita inaccettabile
Senza cattiveria, ora tutti in ritiro»

«Abbiamo fatto due punti in quattro partite con squadre che sono dietro di noi e questo non è accettabile. Chiedo scusa a tutti i tifosi. Dopo il vantaggio dovevamo accelerare e chiudere la gara ma non ci siamo riusciti: se dopo 31 partite parliamo sempre delle stesse mancanze significa che abbiamo dei difetti».

«Dobbiamo guardarci dal Sassuolo che è a un solo punto e noi sabato prossimo affronteremo una squadra fortissima come la Juve. Si va tutti in ritiro fino a sabato, è l’ultima cosa che ci rimane da fare, non so se servirà. È una mia decisione, condivisa dalla società: staremo insieme e tireremo fuori gli attributi se li abbiamo». Così Sinisa Mihajlovic ha commentato la prestazione odierna confermando il ritiro da domenica sera.

«Il calo di concentrazione e di cattiveria non è accettabile per me. Ci manca la personalità perché queste partite vanno vinte e questo al Milan non può succedere. Noi abbiamo tanti Nazionali e se lo sono vuol dire che sono giocatori forti ma se non corri e non lotti poi è dura vincere. Mi ha chiamato Berlusconi? No, ho parlato con Galliani che ha chiamato il presidente per comunicargli questa decisione del ritiro. Pronto a sposare il progetto italiano che vuole fare la società? In questo momento ho problemi più gravi di questo. Dobbiamo cercare di chiudere al meglio la stagione e vincere la Coppa Italia. È inutile adesso parlare del futuro. La classifica del Milan rispecchia il valore della squadra? Sicuramente la squadra poteva fare di più ma merita di essere al sesto posto. Abbiamo fatto molti pareggi dove meritavamo di vincere ma non l’abbiamo fatto per mancanza di cattiveria».


© RIPRODUZIONE RISERVATA