Mondiali ciclismo, Lisa per la crono Si punta a un posto tra le prime dieci
Lisa Morzenti

Mondiali ciclismo, Lisa per la crono
Si punta a un posto tra le prime dieci

Morzenti in gara tra le élite. Fidanza venerdì, Ratto sabato. Intanto l’Italia in rosa domina la crono juniores

Italia subito a bersaglio ai Campionati del mondo su strada a Bergen in Norvegia. E, tanto per cambiare, protagoniste si sono confermate le azzurre dirette da Edoardo Salvoldi. Lunedì, in gara nella cronometro individuale sulla distanza di 16,100 km, riservata alla categoria juniores. Alla medaglia d’oro si è aggiunta pure quella d’argento. Sul gradino più alto del podio ha preso posto Elena Pirrone, sul secondo Alessia Vigilia, entrambe 18 enni residenti a Bolzano. La neo iridata è pure titolare del titolo europeo della specialità. La terza azzurra schierate da Salvoldi è Letizia Paternoster, trentina, che si è classificata 9ª a 1’30” dalla Pirrone. Grande prova delle azzurrine bolzanine sottolineata dal fatto che soltanto 7” hanno separato una dall’altra. La prossima stagione al debutto nell’élite la neo campionessa del mondo passerà all’Astana e la «vice» alla Valcar-Pbm. Mentre Davide Villella è in ritiro con la mazionale di Cassani a Peschiera (il vadimagnino farà da riserva), le orobiche Martina Fidanza, Lisa Morzenti e Rossella Ratto sono pronte a recitare la loro parte che si augurano ovviamente da applausi.

Mercoledì, nel pomeriggio, corre la prova a cronometro sulla distanza 21,100 km l’élite Morzenti, 19 enne di Pedrengo. All’Europeo disputato in agosto a Herning, in Danimarca, aveva ottenuto l’8° posto a oltre 1’ dalla vincitrice, la danese Pernille Mathiesen, per cui alla rassegna iridata l’azzurra bergamasca conta di ripetersi e concludere nella top ten. In fatto di élite sabato sarà il turno di Rossella Ratto, che abita a Cene e il 20 ottobre compirà 24 anni: prenderà parte alla gara in linea (152,8 km). Venerdì sarà preceduta, sempre nella prova su strada (76,4 km), dalla junior Martina Fidanza, 17 enne di Brembate Sopra.

Toniatti cala il settebello Il Team Colpack dilaga. A Osimo (Ancona), ha nuovamente centrato il bersaglio con il 25 enne trentino Andrea Toniatti che ha firmato la 7ª vittoria stagionale, la 46ª (su strada) del team del presidente Beppe Colleoni. Strepitoso il suo finale che gli ha consentito di lasciarsi alle spalle Matteo Fabbro (Team Friuli) e il colombiano Kristian Javier Yustre Rodriguez. La squadra dilettantistica orobica ha inoltre piazzato al 5° e 6° posto Andrea Garosio e Filippo Zaccanti.

Donini leader a Bolzano Vincitore in maggio della Sesto-Inverigo e dopo avere raccolto piazzamenti, l’esordiente, classe 2003, di Cazzano Sant’Andrea Luca Donini (Gazzanighese-Gbc Apprettificio Bosio), è ritornato in vetta all’ordine d’arrivo a Bolzano. Confermando le proprie attitudini alla salita ha posto il sigillo alla gara negli ultimi tre chilometri di salita: nessuno ha saputo resistergli.

Previtali sempre piazzato La gara degli juniores disputata a Visano (Bresacia) ha avuto in Luca Regalli (Otelli) il suo vincitore su Vignato e Pastorelli. Ai tanti piazzamenti Marco Previtali (Palazzago-Poker) ha aggiunto qui il nono posto


© RIPRODUZIONE RISERVATA