Mondiali di ciclismo: c’è anche un po’ di Bergamo nell’Italia d’argento a squadre

Staffetta mista. econda medaglia per la spedizione azzurra al Mondiale di Wollongong in Australia: dopo l’oro di Vittoria Guazzini nella crono Under 23, arriva la medaglia d’argento nella staffetta mista.

Mondiali di ciclismo: c’è anche un po’ di Bergamo nell’Italia d’argento a squadre
L’Italia argento nella staffetta mista ai Mondiali di ciclismo 2022. Da sinistra Matteo Sobrero, Edoardo Affini, Vittoria Guazzini, Elisa Longo Borghini, Filippo Ganna, Elena Cecchini
(Foto di FOTO BETTINI/FCI)

Seconda medaglia per la spedizione azzurra al Mondiale di Wollongong, con la staffetta mista italiana che mercoledì 21 settembre ha conquistato l’argento alle spalle della Svizzera. E quattro dei sei azzurri medagliati hanno spiccato il volo da Bergamo: Edoardo Affini, Filippo Ganna e Matteo Sobrero da dilettanti hanno corso per la Colpack, mentre Vittoria Guazzini (già oro nella crono Under 23) fino all’anno scorso vestiva la maglia della Valcar di Bottanuco.

Il sestetto italiano (già bronzo nel 2021) ha chiuso 2 secondi e 92 centesimi dalla fortissima Svizzera, che ha conquistato il titolo mondiale, grazie a una bellissima prova combattuta fino alla fine che ha messo in fila anche molte delle nazionali favorite. Già i primi chilometri (con in sella i terzetti maschili) fanno capire che lotta sarebbe stata tra la Svizzera e l’Italia, con l’Australia (favorita soprattutto dall’essere partita molto prima delle altre squadre e con condizioni climatiche leggermente favorevoli) terzo incomodo e alla fine bronzo. Al cambio degli uomini, gli azzurri sono indietro di 10”, mentre l’Olanda arranca indietro per vicissitudini varie tra gabbiani e cadute (a terra la fortissima Annemiek van Vleuten che ha riportato la frattura del gomito destro) e la Germania sembra subito lontana.

Poi tocca alle donne e le azzurre iniziano la rimonta con Elena Cecchini che va a tutta fino alle salita per poi lanciare Vittoria Guazzini ed Elisa Longo Borghini che vanno come dei fulmini verso il traguardo recuperando otto secondi alle svizzere: tanto, ma non abbastanza per il sorpasso.

Da venerdì a domenica le gare in linea

Adesso la parola passa alle prove in linea. Dopo la giornata di riposo di giovedì 22 settembre, venerdì tocca alle gare maschili Under 23 e juniores (con il bergamasco Simone Gualdi). Sabato le donne élite (con Elisa Balsamo, Arianna Fidanza e Silvia Persico) e le donne juniores (Francesca Pellegrini). Infine domenica la gara maschile dei professionisti con l’orobico Lorenzo Rota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA