Nazionale, l’Under 21 è un’Atalanta 2.0 E tra i «grandi» si parla solo bergamasco

Nazionale, l’Under 21 è un’Atalanta 2.0
E tra i «grandi» si parla solo bergamasco

Più che l’Under 21 si potrebbe chiamare Atalanta 2.0. Il commissario tecnico azzurro Gigi Di Biagio ha deciso di costruire lo scheletro della sua squadra sul modello nerazzurro.

In ogni ruolo infatti ha convocato un giocatore dell’Atalanta: Gollini in porta, Caldara e Conti in difesa, Grassi a centrocampo e Petagna in attacco. Merito di una stagione straordinaria, merito soprattutto del coraggio di Gian Piero Gasperini che ha deciso di puntare sui giovani e ora sta lottando per assicurarsi un posto in Europa league. I “nerazzurrini” saranno impegnati in due amichevoli: giovedì 23 marzo contro la Polonia (ore 20.45, Cracovia - diretta su Rai Sport) e lunedì 27 marzo contro Spagna (ore 21, Stadio Olimpico di Roma - diretta su Rai 2).

Ecco tutti i convocati

Portieri: Pierluigi Gollini (Atalanta), Simone Scuffet (Udinese).

Difensori: Antonio Barreca (Torino), Davide Biraschi (Genoa), Kevin Bonifazi (Spal), Davide Calabria (Milan), Mattia Caldara (Atalanta), Andrea Conti (Atalanta), Alex Ferrari (Hellas Verona), Adam Masina (Bologna), Nicola Murru (Cagliari).

Centrocampisti: Marco Benassi (Torino), Danilo Cataldi (Genoa), Alberto Grassi (Atalanta), Manuel Locatelli (Milan), Luca Mazzitelli (Sassuolo), Lorenzo Pellegrini (Sassuolo), Valerio Verre (Pescara).

Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Alberto Cerri (Pescara), Federico Chiesa (Fiorentina), Federico Di Francesco (Bologna), Andrea Favilli (Ascoli), Luca Garritano (Cesena), Andrea Petagna (Atalanta), Federico Ricci (Sassuolo).

Bergamo è protagonista anche nella nazionale maggiore. Il ct Giampiero Ventura diramerà le convocazioni sabato mattina, ma si attende una squadra che parla bergamasco, soprattutto in attacco. Le prodezze di Manolo Gabbiadini in Premier league e quelle del collega Andrea Belotti con la maglia del Torino potrebbero portare a un attacco tutto orobico.

A centrocampo dovrebbe esserci Roberto Gagliardini, che ha risollevato le sorti dell’Inter. Sull’esterna, spazio per un nerazzurro non bergamasco: Leonardo Spinazzola. Dopo aver preso parte all’ultimo stage, per il numero 37 atalantino si apriranno le porte delle competizioni vere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA