Non si pensa solo a Paletta
Atalanta, spunta il greco Avlonitis

In attesa che Paletta sciolga le sue riserve (e con ogni probabilità bisognerà aspettare settimana prossima), continua la caccia ai difensori. A tal proposito è stato proposto il centrale greco dell’Olympiakos Anastasios Avlonitis, classe 90, che secondo radiomercato avrebbe una valutazione inferiore al milione di euro.

Non si pensa solo a Paletta Atalanta, spunta il greco Avlonitis

La lista dei candidati è comunque corposa, con il nome del brasiliano del Corinthians Rafael di cui negli ultimi giorni si è parlato molto, ma si valuta anche Campagnaro, svincolato dall’Inter, nel caso si puntasse su un profilo più d’esperienza. Esce dai papabili l’argentino Lollo dopo che il presidente del Racing Victor Blanco ha dichiarato a Olè che «Lollo non è cedibile e fino a dicembre non verranno più ascoltate offerte per lui». La sensazione è che il vero obiettivo che Sartori sta valutando all’estero non sia ancora uscito sui giornali e che per questo la trattativa sta procedendo a fari spenti. Intanto da ieri è in prova con i nerazzurri il centrocampista belga, classe 97, Weymans del Psv.

Per Boakye all’Atalanta è arrivata anche un’offerta dall’Olanda: il ghanese verrà ceduto (la mancata convocazione per la gara di coppa è stata un segnale forte anche per il giocatore), piace anche a Pescara e Bari e a questo punto la decisione finale sulla destinazione spetterà al giocatore che sta riflettendo. In stand-by la cessione di Del Grosso al Pescara che prima deve cedere almeno uno dei tre esterni sinistri che ha in organico: sullo sfondo resta l’Ascoli pronto a sferrare l’affondo non appena verrà ripescato in B, con i marchigiani che sono in forte pressing anche su Almici.

Mercoledì si saprà se Gomez rischia di saltare l’esordio con l’Inter. Ieri il Papu è rimasto a curarsi a Zingonia con le terapie del caso per smaltire la contusione al vasto mediale della gamba sinistra. Oggi, con la ripresa degli allenamenti per tutta la squadra fissata alle 17, lo staff medico valuterà nuovamente l’argentino e deciderà se sottoporlo a un esame strumentale più approfondito. Fino ad allora, il Papu va considerato in dubbio per la prima di campionato, così come Cigarini, dato in miglioramento, ma fermo da fine luglio per il fastidio al ginocchio. Sulla via del pieno recupero, invece, Estigarribia che potrebbe trovare posto in panchina. Pronto Pinilla, ma inizialmente dovrebbe partire anche lui dalla panchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA