Olimpiadi, trionfo di Milano-Cortina 2026, le Olimpiadi a due passi da Bergamo
Le due bergamasche Moioli e Goggia

Olimpiadi, trionfo di Milano-Cortina
2026, le Olimpiadi a due passi da Bergamo

Da pochi minuti l’annuncio ufficiale è festa grande per la delegazione italiana. Gori fa i complimenti a Sala e alla delegazione italiana.

Milano-Cortina ce l’hanno fatta le Olimpiadi del 2026 saranno in Italia.

«L’assegnazione a Milano e Cortina delle Olimpiadi invernali del 2026 è una bellissima notizia per l’Italia. Il Piemonte è pronto fin da subito a mettersi a disposizione con i propri impianti per contribuire alla realizzazione del più grande evento che un territorio possa ospitare». Così, in una nota, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.

«Torino e le sue montagne custodiscono un patrimonio di infrastrutture sportive che vale più di mezzo miliardo di euro - osserva il governatore -. Un’eredità olimpica che, insieme all’esperienza maturata, siamo felici di poter mettere immediatamente a disposizione di Lombardia e Veneto».

La bandiera delle Olimpiadi sul palazzo della sede di Regione Lombardia a Milano

La bandiera delle Olimpiadi sul palazzo della sede di Regione Lombardia a Milano

Anche il sindaco Giorgio Gori ha commentato il risultato: «Sono molto felice per il risultato di Milano e Cortina, che nel 2026 ospiteranno le Olimpiadi invernali. Felice anche per il mio amico Beppe Sala, che merita questo risultato per averci sempre creduto e aver costruito una candidatura forte e convincente. È stata un’emozione poi vedere Sofia Goggia e Michela Moioli lanciare il video della candidatura, due bergamasche vere, due grandi sportive di cui la città e la provincia vanno orgogliose. L’appuntamento di Milano-Cortina 2026 infatti è un’opportunità anche per Bergamo: siamo a disposizione da subito, con le nostre strutture sportive e la ricchezza delle nostre montagne, a contribuire al successo della manifestazione.»

Qualche minuto prima delle 18 alla presentazione della candidatura e erano intervenute le campionesse bergamasche Michela Moioli e Sofia Goggia. Ecco che cosa avevano detto.

«Qualche voto in più lo abbiamo guadagnato». Sofia Goggia è entusiasta di come è andata la presentazione finale di Milano-Cortina in vista dell’assegnazione dei Giochi invernali 2026. L’olimpionica azzurra di sci si è presentata davanti alle telecamere sorridente e con la bandiera tricolore al collo, assieme alle altre atlete intervenute nella presentazione, Michela Moioli e Arianna Fontana, e la loro soddisfazione è condivisa dal presidente del Veneto Luca Zaia. «Abbiamo un dossier vincente, sì e capito dalle parole di Morariu (presidente della commissione di valutazione del Cio, ndr), e siamo stati vincenti anche nella presentazione - ha notato -. Ci siamo presentati senza fare richiami al Cio.

Stoccolma ha anche tirato le orecchie al Cio... Noi non lo avremmo mai fatto». Decisamente sorridente anche Attilio Fontana: «Adesso si deve solo aspettare il voto - ha detto il presidente della Lombardia - Bellissima presentazione, le atlete sono state qualcosa in più che ha emozionato con la loro voglia di portare le Olimpiadi in Italia. o segni di apprezzamento».


© RIPRODUZIONE RISERVATA