L’Atalanta pareggia  2-2 a Palermo Salvezza aritmetica sempre più vicina
Paletta esulta per il raddoppio nerazzurro (Foto by Ansa)

L’Atalanta pareggia 2-2 a Palermo
Salvezza aritmetica sempre più vicina

Ancora un passo dell’Atalanta verso la salvezza aritmetica dopo il punto conquistato nella trasferta di Palermo. Avrebbero potuto essere tre, perché i nerazzurri - sotto dopo 2’ per il rigore trasformato da Vazquez - avevano ribaltato il risultato con Borriello (rigore all’11’ pt) e Paletta (incornata al 10’ st), ma è riemersa la discontinuità nerazzurra fuori casa e Struna ha fissato il risultato sul 2-2 al 31’ st. La terzultima, il Frosinone, è ora a -8, a quattro giornate dalla fine.

PALERMO-ATALANTA 2-2

RETI: 2’ pt Vazquez su rigore, 11’ pt Borriello su rigore, 10’ st Paletta, 31’ st Struna.

PALERMO (4-3-1-2): Sorrentino 6; Struna 6, Vitiello 5,5, Gonzalez 6, Pezzella 5,5 (28’ st Lazaar sv); Hiljemark 5,5, Jajalo 5,5, Chochev 5,5 (13’ st Quaison 6,5); Vazquez 6,5; Djurdjevic 5 (1’ st Gilardino 5,5), Trajkovski 6. In panchina: Posavec, Andelkovic, Alestra, Morganella, Rispoli, Maresca, Cristante, Bentivegna, Brugman. All. Ballardini.

ATALANTA (4-3-3): Sportiello 6,5; Bellini 5,5 (28’ st Conti sv), Toloi 6,5, Paletta 6,5, Dramè 6; Cigarini 6 (19’ st Migliaccio 6), De Roon 6, Freuler 6,5; Raimondi 6,5 (14’ st Diamanti 5,5), Borriello 6,5, Gomez 6,5. In panchina: Radunovic, Stendardo, Brivio, Cherubin, Djimsiti, D’Alessandro, Gagliardini, Gakpè, Monachello. All. Reja.

Arbitro: Doveri di Roma 6,5.

Con una vittoria sarebbe stato sufficiente piegare domenica il Chievo al Comunale per sigillare la permanenza in serie A, invece ci sarà da monitorare anche Frosinone-Palermo (i ciociari sono crollati per 5-1 a Verona contro il Chievo dopo aver segnato ed essere rimasti in 10), però la strada è ormai tracciata.

Borriello, tre gol in due partite

Borriello, tre gol in due partite
(Foto by Magni Paolo Foto)

Peccato perché i nerazzurri ancora una volta non sono stati in grado di governare un match esterno. Peccato, ma senza esagerare, però, visto che nel finale il Palermo avrebbe potuto dare la zampata risolutiva. Quando dopo 45 secondi Bellini ha causato un rigore toccando con il braccio alzato un colpo di testa di Chochev, si è pensato che l’Atalanta fosse venuta a Palermo in vacanza. Invece i nerazzurri hanno pareggiato quasi subito, sempre su rigore (terzo gol di Borriello in due giornate), e hanno avuto la possibilità di raddoppiare con Raimondi in versione attaccante (due le palle-gol per il fluidificante, un tiro parato di Sorrentino e un’incornata a sorvolare la traversa) e con Borriello fermato da un fuorigioco inesistente, tutto in cinque minuti. Il Palermo era solo Vazquez e nel primo tempo non ha combinato più nulla, anche se progressivamente ha instaurato una supremazia territoriale, peraltro sterile.

Gomez si lamenta, ma l’arbitro ha concesso il rigore

Gomez si lamenta, ma l’arbitro ha concesso il rigore
(Foto by Magni Paolo Foto)

Qualche tifoso dell’Atalanta nello stadio vuoto

Qualche tifoso dell’Atalanta nello stadio vuoto
(Foto by Magni Paolo Foto)

Nella ripresa, l’Atalanta ha raddoppiato al 10’ st con un’incornata di Paletta sfruttando una punizione dalla trequarti destra di Cigarini e una dormita generale della difesa siciliana. Sul 2-1 a favore c’è stata la mossa singolare di Reja che - in vantaggio - ha sostituito Raimondi con Diamanti, sistematosi a destra nel tridente. E il fantasista ha avuto subito un guizzo crossando per Dramè che ha sfiorato il terzo gol. Ma poi Diamanti non si è più visto molto. Il Palermo pareva destinato a crollare e invece ha dimostrato perlomeno orgoglio, l’Atalanta è scemata sul piano dell’intensità e della convinzione, forse era un po’ stanca, favorendo il forcing dei siciliani che hanno pareggiato in mischia con Struna al 31’ st. Da segnalare, in precedenza (18’ st), una mischia colossale, che difficilmente si vede su un campo di calcio, in area dell’Atalanta che si è salvata a stento.

Raimondi, sostituito nella ripresa da Diamanti

Raimondi, sostituito nella ripresa da Diamanti
(Foto by Magni Paolo Foto)

E nel finale Sportiello, che era rimasto inoperoso, ha sfoderato una bella respinta su una punizione di Trajkovski al 40’ st (alto il tap-in di Jajalo) e una semirovesciata di Gilardino ha sfiorato la traversa al 42’ st. Dopo l’espulsione di Vitiello al 44’ st, c’è stato pure il salvataggio di Toloi su Gilardino al 48’ st. Così è stato evitato l’ennesimo ribaltone che sarebbe stato duro da digerire perché il Palermo, sempre penultimo, ha ribadito la sua debolezza generale.

Non c’è stato un nerazzurro che è emerso di gran lunga sui compagni, per la nostra valutazione hanno meritato più della sufficienza i due centrali difensivi Toloi e Paletta, Freuler a centrocampo e il trio d’attacco con Gomez e Borriello che hanno confermato di essere in sintonia sul piano tecnico e dell’intesa.

Freuler entra in scivolata

Freuler entra in scivolata
(Foto by Magni Paolo Foto)

Marco Sanfilippo

LE PREMESSE

Atalanta di scena a Palermo, in uno stadio Barbera a porte chiuse, nel turno infrasettimanale valido per la 34ª giornata del campionato di serie A. Se i nerazzurri sono quasi a cavallo, nel senso che sono virtualmente salvi, ma comunque a caccia dei punti per garantirsi il verdetto aritmetico, i siciliani (penultimi a -9 dai bergamaschi) devono assolutamente vincere per sperare di evitare la retrocessione.

Anche per l’Atalanta, comunque, la partita è importante, e difatti mister Reja non ha effettuato nessun turnover e non ha pensato molto ai giocatori diffidati: Borriello e Gomez, tutti e due a rischio squalifica, sono infatti regolarmente in campo, mentre è in panca Diamanti, pure lui in diffida e probabilmente non ancora al 100% dopo l’infortunio. Al suo posto Raimondi nel settore destro del tridente nerazzurro. Ricordiamo che Pinillla è ko per un infortunio muscolare. Al rientro, dopo lo stop del giudice sportivo, Cigarini e de Roon e a centrocampo con loro due ci sarà Freuler, confermato a causa della squalifica di Kurtic. In difesa c’è Bellini terzino destro perché anche Masiello è stato fermato un turno dal giudice sportivo.

Nel Palermo, contestato dai tifosi fuori dallo stadio, non c’è Gilardino, aumenta così la responsabilità di Vazquez, l’unico giocatore siciliano in grado d’infiammare la sua squadra. Il tandem avanzato è formato da Djurdjevic e Trajkovski.

Spalti vuoti per Palermo-Atalanta

Spalti vuoti per Palermo-Atalanta
(Foto by FRANCO LANNINO)

CRONACA IN PILLOLE

1’ pt: cross da destra di Struna, Chochev colpisce di testa e Bellini con il braccio alzato tocca il pallone con una mano. Rigore dopo 45 secondi.

Il fallo di mano del difensore dell'Atalanta Gianpaolo Bellini

Il fallo di mano del difensore dell'Atalanta Gianpaolo Bellini
(Foto by FRANCO LANNINO)

2’ pt GOL: dal dischetto Vazquez trasforma il rigore con sicurezza.

Il gol di Vazquez su rigore

Il gol di Vazquez su rigore
(Foto by FRANCO LANNINO)

10’ pt: fallaccio di Struna su Gomez in area siciliana, ancora rigore ma stavolta per l’Atalanta.

11’ pt GOOOOL: nessun problema per Borriello dal dischetto, portiere da una parte e palla dall’altra, alla destra di Sorrentino.

Borriello trasforma il rigore dell’1-1

Borriello trasforma il rigore dell’1-1
(Foto by FRANCO LANNINO)

La gioia dei giocatori atalantini dopo l’1-1

La gioia dei giocatori atalantini dopo l’1-1
(Foto by FRANCO LANNINO)

10’ st GOOOOL: punizione dalla trequarti destra di Cigarini e deviazione vincente di testa di Paletta.

L’incornata vincente di Paletta

L’incornata vincente di Paletta
(Foto by Magni Paolo Foto)

31’ st GOL: Struna risolve una mischia freddando Sportiello di piede.

Il pareggio di Struna

Il pareggio di Struna
(Foto by Magni Paolo Foto)

44’ st: Vitiello cintura Gomez dal limite dell’area, espulso per fallo da ultimo uomo.

L’espulsione di Vitiello

L’espulsione di Vitiello
(Foto by Magni Paolo Foto)


© RIPRODUZIONE RISERVATA