Papu alla Lazio torna il tormentone Ma il clima non è quello di un anno fa

Papu alla Lazio torna il tormentone
Ma il clima non è quello di un anno fa

Il Papu resta o no? Era stato questo il refrain della scorsa estate, oggi la questione si ripropone ma il sentore è molto diverso.

L’anno scorso il calciatore argentino era l’idolo incontrastato della tifoseria, anche per l’incredibile stagione di cui si era reso protagonista. per questo il presidente Percassi non solo lo blindò a Bergamo, ma addirittura gli allungò il contratto ritoccandolo verso l’alto a circa 2 milioni netti di euro l’anno. I tifosi poterono tirare un sospiro di sollievo. A dodici mesi di distanza, però, il copione di allora è cambiato.

Complice un rendimento alterno e comunque non paragonabile a quello della precedente stagione, l’eventuale cessione quest’anno non desterebbe lo stesso clamore. È notizia certa che la Lazio punti dritta al giocatore nerazzurro che stimolato dal maggior compenso e dalla piazza più prestigiosa potrebbe effettivamente accettare . Ora la palla è in mano alle due società, a quella nerazzurra in particolare che vanta, con il giocatore, un contratto fino al 2020.


© RIPRODUZIONE RISERVATA