Pasalic: questo il mio migliore momento Gasperini: ora puntiamo al secondo posto

Pasalic: questo il mio migliore momento
Gasperini: ora puntiamo al secondo posto

«Non è male segnare la prima tripletta in carriera nel derby. Sono contento per i tre punti che ci avvicinano all’obiettivo Champions. Questo è il momento più bello della mia carriera e dobbiamo proseguire così». Queste le dichiarazioni di Mario Pasalic, autore di una tripletta nel 6-2 complessivo dell’Atalanta contro il Brescia.

La squadra di Gasperini sale a quota settanta punti in classifica e si porta al secondo posto: «Per ora pensiamo a conquistare l’aritmetica qualificazione in Champions League - ha spiegato il centrocampista ai microfoni di Sky Sport - Abbiamo segnato più di novanta gol in Serie A e abbiamo dimostrato di poter giocare anche contro le squadre più forti». Poi c’è spazio per un commento sulla sfida che vedrà i bergamaschi contro il Psg ai quarti di finale di Champions League: «Secondo me possiamo giocarcela. Ma c’è ancora tempo, per ora pensiamo al Campionato», ha concluso Pasalic.

Gomez premiato come miglior giocatore del mese. Nella foto insieme al presidente Percassi

Gomez premiato come miglior giocatore del mese. Nella foto insieme al presidente Percassi

Il risultato finale

Il risultato finale

Soddisfatto Gasperini: «Questo finale di Campionato ci servirà per prepararci al meglio per il match di Champions League contro il Psg ma anche per finire al meglio questa Serie A. Il modo migliore per arrivare a giocare contro il Psg è terminare bene questo Campionato. Proveremo a contendere a Inter e Lazio il secondo posto, anche se non era l’obiettivo iniziale. Faremo il massimo» ha detto Gian Piero Gasperini nel post partita di Atalanta-Brescia 6-2.

L’Atalanta ha toccato quota 93 gol segnati: «Anche nella scorsa stagione avevamo il miglior attacco del Campionato - ha spiegato il tecnico ai microfoni di Sky Sport -, ma quest’anno ci siamo superati e lo stiamo facendo con tanti giocatori diversi. Queste goleade rappresentano non un modo per umiliare l’avversario ma una soluzione per provare i nostri movimenti in campo».

Oggi due defezioni per l’Atalanta, Ilicic e Muriel: «Josip sta cercando di recuperare al meglio come condizione - ha aggiunto -. Vogliamo prepararlo bene per averlo in Champions come valore aggiunto. Muriel ha preso una “capocciata” che poteva provocare gravi conseguenze. Per fortuna non è successo nulla. Dobbiamo temere l’elemento sfortuna in questa fase».


© RIPRODUZIONE RISERVATA