Per l’Atalanta l’ennesima gara decisiva Con la Juve per inseguire ancora l’Europa

Per l’Atalanta l’ennesima gara decisiva
Con la Juve per inseguire ancora l’Europa

Così complicata, così diversa, così maledettamente difficile, ancor più dell’ultima volta, del rinvio per neve di fine febbraio.

Si torna nuovamente in campo per un Juventus-Atalanta che sembra una storia infinita: allo Stadium di Torino andrà in onda il 4° appuntamento tra le due formazioni in questa stagione, match tutti equilibrati come mai è successo nella storia recente atalantina.

Due successi Juventus per 1-0 in Coppa Italia, il 2-2 in rimonta atalantina a Bergamo in campionato, mancando così solo la ciliegina, risultato che alla vigilia pare ancora più impossibile delle altre volte. L’Atalanta sta bene e si è visto a Bologna, dove ha dominato l’avversario, riuscendo però a sbloccarsi solo nel finale, la costante dell’annata alla quale i tifosi sono ormai abituati a poco più di 10 giornate dal termine. Stavolta sarà ancora più dura, c’è il morale a mille degli juventini, il passaggio del turno in Champions, il primo posto a discapito del Napoli, un super Dybala che di fatto nel match rinviato per neve non era ancora pienamente recuperato.

Diverse e maggiori le alternative a disposizione di mister Allegri, mentre per il tecnico dei bergamaschi Gian Piero Gasperini c’è il dubbio o cruccio Gomez. L’infortunio annunciato in sala stampa aveva fatto pensare al peggio, ma nella lista dei convocati il capitano nerazzurro c’è, in un periodo davvero complicato. Il tecnico in sala stampa non ha nascosto il suo momento difficile, lo ha invitato a reagire, perché a Bologna è mancato dal punto di vista dello spirito: il campionato è ancora lungo, gli episodi pesano, ma non devono essere un macigno, perché nelle due gare di Coppa la Juve ha meritato il passaggio oltre il rigore sbagliato dall’argentino, in Europa League più che il suo errore sottorete ha pesato il gol subito nel recupero in Germania. Il capitano argentino tiene sulle spine Gasperini, ma dovrebbe partire dalla panchina: in difesa dubbio Caldara, mentre in attacco per un posto al fianco di Ilicic, sempre più indispensabile nello scacchiere bergamasco, c’è il ballottaggio tra Petagna e Cornelius.

Torna “TuttoAtalanta diretta stadio” su Bergamo Tv. A commentare la sfida tra i nerazzurri e la Juventus a partire dalle 17,15 alle 21 di mercoledì l’ex difensore nerazzurro Marzio Lugnan; il giornalista Arturo Zambaldo; l’opinionista Luciano Passirani; il musicista Alessandro Fabiani e Carlo Canavesi. Presenzierà, inoltre, Emma Parigi, finalista del casting di TuttoAtalanta. Collegamenti con il giornalista televisivo Matteo De Sanctis. Interventi tramite video chiamate Skipe, con Ralf Hildebrand, Massimo Casari, Attilio Varischetti, Gianni Gabbiadini, Eugenio Fagiani e Mario Gamba (da Monaco di Baviera). Al termine della partita, dalla sala stampa dello stadio piemontese, gli allenatori dell’ Atalanta, Gian Piero Gasperini e della Juventus, Massimiliano Allegri. Conduce la trasmissione Fabrizio Pirola. I telespettatori possono inviare messaggi al numero 335.6969423. Bergamo Tv si riceve sul canale 17 del digitale terrestre e in streaming sul portale www.bergamotv.it

L e probabili formazioni

Juventus (4-3-3): 1 Buffon; 2 De Sciglio, 4 Benatia, 3 Chiellini, 22 Asamoah; 6 Khedira, 5 Pjanic, 14 Matuidi; 11 Douglas Costa, 10 Dybala, 17 Mandzukic. A disp. 23 Szczesny, 26 Lichtsteiner, 24 Rugani, 15 Barzagli, 30 Betancur, 8 Marchisio, 12 Alex Sandro, 27 Sturaro, 9 Higuain. All. Allegri.

Atalanta (3-4-1-2): 1 Berisha; 5 Masiello, 6 Palomino, 3 Toloi; 33 Hateboer, 15 de Roon, 11 Freuler, 37 Spinazzola; 4 Cristante; 72 Ilicic, 29 Petagna. A disp.: 91 Gollini, 31 Rossi, 3 Toloi, 28 Mancini, 32 Haas, 8 Gosens, 21 Castagne, 99 Barrow, 23 Melegoni, 9 Cornelius, 10 Gomez. All. Gasperini.

Arbitro: Mariani di Aprilia


© RIPRODUZIONE RISERVATA