Atalanta, che beffa: pari a Cipro La qualificazione è rimandata

Atalanta, che beffa: pari a Cipro
La qualificazione è rimandata

Muscoli, nervi e cuore non sono bastati all’Atalanta per centrare la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Vantaggio di Ilicic, pareggio cipriota all’ultimo secondo (1-1 il risultato finale).

I nerazzurri hanno retto la tensione fino al quarto minuto di recupero, quando è arrivata la beffa: l’Apollon è riuscito a segnare il gol del pareggio con Zelaya bravo a sfruttare un’incertezza di Masiello. Per 93 minuti l’Atalanta aveva svolto il suo compito alla perfezione, mancando forse un po’ di brillantezza in attacco. Partita tosta quella giocata dai nerazzurri, che senza Gomez si sono affidati alla fantasia di Ilicic. Proprio lui ha conquistato e poi messo a segno un rigore piuttosto dubbio assegnato dall’arbitro nel primo tempo. Nell’altra occasione d’oro della partita Petagna ha centrato un clamoroso palo. Poi, almeno fino al 94’, solo carattere: a centrocampo, con Freuler a tenere le redini del gioco, in difesa con Palomino in versione Rambo. L’Apollon non si è mai dato per vinto e alla fine ha avuto ragione. I ciprioti hanno cercato il pareggio con tutte le loro forze, proprio come contro Everton e Lione. I nerazzurri con due vittorie e due pareggi ora sono a quota 8 in classifica, proprio come i francesi. Serve un punto nelle prossime due gare per avere la matematica certezza del passaggio del turno.

SECONDO TEMPO

49’ - Incredibile a Nicosia. L’Apollon trova il pareggio all’ultimo minuto di recupero con Zelaya.

41’ - Sinistro di Orsolini da ottima posizione, Vale devia in angolo.

35’ - Berisha tocca in angolo un pericoloso colpo di testa di Jakolis.

29’ - Bel contropiede nerazzurro, Petagna anticipato poco prima di calciare.

24’ - Esce Kurtic, entra Gosens.

20’ - Partita tosta a Cipro. Si lotta a centrocampo: i padroni di casa vogliono vendere cara la pelle.

10’ - Cambio nell’Atalanta: esce Ilicic, autore del gol del vantaggio, entra Orsolini.

9’ - Clamoroso palo di Petagna che di testa raccoglie una conclusione di Caldara. La palla colpisce il legno e Masiello non riesce a ribadire in rete da pochi passi.

8’ - Punizione dalla sinistra di Ilicic, la barriera cipriota respinge.

PRIMO TEMPO

46’ - Fine primo tempo. Atalanta in vantaggio.

43’ - Hateboer liberato da Ilicic sulla destra, cross al centro dove però non c’è nessun attaccante nerazzurro pronto a deviare. La difesa riesce a liberare in angolo.

35’ - Rigore per l’Atalanta! GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLLL!!! Penalty concesso per un dubbio fallo su Ilicic. Sul dischetto va il numero 72 che non sbaglia. Atalanta in vantaggio.

28’ - Doppia occasione per Ilicic: lo sloveno prima calcia alto da ottima posizione, poi sugli sviluppo di un angolo tenta la botta da fuori senza centrare la porta.

21’ - Passaggio filtrante raccolto da Spinazzola sulla sinistra, cross al centro per Petagna che prova di sinistro: troppo debole per impensierire Bruno Vale.

19’ - Incredibile occasione per Masiello che sugli sviluppi di un calcio d’angolo spara un sinistro troppo angolato: palla che passa sotto le gambe di un avversario e si spegne sul fondo. Il difensore si mangia le mani.

14’ - Bella azione sulla sinistra di Palomino che serve Petagna: l’attaccante pescato in fuorigioco.

9’ - Tiro dalla distanza di Alex Da Silva. Berisha si tuffa e lascia scorrere la palla sul fondo. Conclusione pericolosa.

5’ - Prime fasi della gara piuttosto confuse. L’Atalanta fatica a trovare un punto di riferimento tra il centrocampo e l’attacco. In questo senso l’assenza di Gomez si fa sentire.

Apollon (4-3-3): Bruno; Joao Pedro, Yuste, Alef, Vasiliou; Sachetti, Alex, Allan; Sardinero, Zelaya, Papoulis.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha Masiello Caldara Palomino Hateboer Cristante Freuler Spinazzola Kurtić Petagna Iličić.


© RIPRODUZIONE RISERVATA