Petagna: «Nel 2017 in Europa anche con i miei nuovi gol»
Petagna

Petagna: «Nel 2017 in Europa
anche con i miei nuovi gol»

Il 2016 è stato l’anno della rinascita, il 2017 deve essere quello dei sogni. Il destino di Andrea Petagna viaggia in parallelo a quello dell’Atalanta: dodici mesi fa, il triestino sgomitava in B e i nerazzurri erano nel bel mezzo della crisi d’inverno, mentre oggi, insieme, volano verso traguardi inimmaginabili fino all’altro ieri.

Merito, anche, del ragazzone cresciuto nel Milan: l’unico centravanti senza gol ma con il sorriso, perché nessuno osa rimproverargli nulla, viste le prestazioni e l’utilità. Lui, però, sa dove deve migliorare e si pone obiettivi ambiziosi: i gol non gli interessano, l’Europa sì.

Finite le vacanze: pronto a ripartire?

«Abbiamo lavorato anche nei giorni di stop: io ho trascorso qualche giorno a Trieste, con i miei, ma mi sono tenuto in forma. E tutta la squadra sta bene: non abbasseremo i ritmi, vogliamo di continuare a sorprendere».

L’Europa è un sogno?

«No, è il nostro obiettivo: sappiamo che sarà difficile ottenerlo, ma se continuiamo a lavorare bene, i risultati arriveranno di conseguenza. La nostra consapevolezza è sempre maggiore: ora sappiamo che questa squadra può lottare per certi traguardi e farà in modo di realizzarli».

Il 2016 ha dato tanto, a lei e all’Atalanta.

«Ad Ascoli ho centrato la salvezza e sono stato acquistato dall’Atalanta: la società mi ha dato fiducia, io mi sono guadagnato il posto e ho giocato tanto. Tutto bellissimo».

Propositi per il nuovo anno?

«Finire questo campionato con l’Atalanta, centrando la qualificazione europea».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 31 dicembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA