Reja: mai sconfitta è stato così indolore Resto a Bergamo? Ho già detto di sì

Reja: mai sconfitta è stato così indolore
Resto a Bergamo? Ho già detto di sì

«Mai sconfitta è stata tanto indolore. Volevamo fare una bella gara ma il Genoa ci è stato superiore. Dopo aver sentito la notizia del vantaggio del Palermo contro il Cagliari siamo un po’ calati mentalmente e ci siamo rilassati».

«Loro sono stati superiori a noi. Erano messi bene in campo, avevano più motivazioni e arrivavano prima su tutte le palle. Dopo la vittoria esterna contro il Palermo è venuta un po’ meno la cattiveria che ci ha contraddistinto in tutte le ultime uscite». Così, al termine di Atalanta-Genoa, l’allenatore degli orobici, Edy Reja.

«Quale è stato il mio compito in questa salvezza? Ricreare l’ambiente giusto, ridare le motivazioni e aiutare i ragazzi a ritrovare la fiducia nei propri mezzi. C’è stato poi un buon periodo e sono arrivati i pareggi esterni contro Roma e Napoli e quello interno contro la Lazio, con grandi prestazioni. Siamo usciti quindi dalla situazione difficile e così è arrivata questa bella salvezza», ha aggiunto il tecnico dell’Atalanta.

«Dopo il gol del vantaggio non abbiamo fatto la partita che avevamo preparato. Abbiamo avuto qualche occasione per segnare il 2-1 noi; poi, dopo il loro vantaggio, ci siamo disuniti», ha continuato Reja. «Resto a Bergamo? Ho già detto di sì. La società vuole fare bene e salvarsi con più tranquillità nel prossimo campionato. In settimana parleremo con il presidente, con il quale ho un ottimo rapporto, e con Marino. F aremo il punto sul futuro, ne saprete di più nei prossimi giorni», ha concluso Reja.


© RIPRODUZIONE RISERVATA