Remer e Comark chiamate al riscatto Vivigas sul parquet della capolista
Adriano Vertemati e la sua Remer

Remer e Comark chiamate al riscatto
Vivigas sul parquet della capolista

Dopo le sconfitte dell’ultimo turno c’è voglia di rivalsa. In A2 femminile, Fassi in Sardegna.

Per Remer e Comark guai non risollevare la schiena in questo week end. Bastonate rispettivamente da Rieti e da Cento i due team targati Bg e non hanno proprio alternative. Più facile, sulla carta, per i trevigliesi il ritorno alla vittoria. L’avversaria, Agropoli, è formazione di media-bassa competitività. Al pari della Remer ha sin qui vinto in casa all’ esordio e perso fuori. Per capitan Rossi e compagni, dunque, una sfida ideale per non perdere contatto con il centro classifica e al tempo stesso per ricaricarsi in autostima. Coach Adriano Vertemati può contare sui dieci titolari. Appuntamento, domenica 16 ottobre al PalaFacchetti (inizio alle 18).


(Foto by La Remer in azione)

Più impegnativo il confronto dei comarkini a Piacenza (sabato 15, alle 21). Ci sarebbe da cancellare il ko interno di domenica con Cento maturato nei cinque minuti finali. «Non vediamo l’ora di cancellare il ricordo della battuta a vuoto davanti ai nostri tifosi» ha ripetuto Mario Ghersetti (24 punti, 7 rimbalzi) ospite a metà settimana di «Zambasket», a Bergamo Tv. Da evidenziare che, pure Piacenza, come del resto la Comark, punta decisamente alla promozione in serie A2. L’allenatore Cece Ciocca dovrà rinunciare all’acciaccato Cazzolato.

La sconfitta della Comark contro Cento

La sconfitta della Comark contro Cento

Sempre nel torneo cadetto alla Vivigas Alto Sebino il compito di sovvertire i pronostici sfavorevoli visto che ad attenderla (domenica, ore 18) a Reggio Emilia la Reggiana capolista del girone. Vincenti nell’ ultima gara con San Vendemiano, il quintetto di Giubertoni promette in ogni caso grinta in quantità industriale.

Viaggio ad Alghero, invece, per le ragazze della Fassi Albino (A2). Possibilità di immediato riscatto dopo la sberla all’ esordio contro Orvieto. Alghero è squadra di modeste ambizioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA