Remer e Comark di scena in casa Contro Trieste e Pavia verso i playoff
Emanuele Rossi (Remer)

Remer e Comark di scena in casa
Contro Trieste e Pavia verso i playoff

Appuntamenti casalinghi, domenica alle 18, per Remer e Comark. Trevigliesi che ospitano al PalaFacchetti il pari classifica Trieste; il team cittadino contro Pavia, al Centro sportivo Italcementi, di via Statuto.

Per entrambe le formazioni sono scontri in chiave playoff. La Remer, se supererà gli avversari di turno, compirà un importante passo verso le appassionanti sfide del dopo regular season con in palio la promozione nel basket d’élite. Medesimo discorso per l’ambizioso Trieste. Da qui un match che si preannuncia, a buona ragione, agonisticamente elevato e di conseguenza spettacolare.

Per capitan Rossi e compagni si presenta, tra l’altro, l’opportunità di riscattare la scialba prestazione che ha preceduto la pausa di Pasqua, a Bologna. A dar man forte alla squadra il sostegno di una tifoseria puntualmente all’altezza di ogni situazione. L’allenatore Adriano Vertemati (sul taccuino, ci risulta, di più di un club che va per la maggiore) avrà a disposizione i dieci titolari.

Comark facilitata, questa volta, dal calendario visto che Pavia è da tempo collocata nei bassifondi della graduatoria. Attenzione, però, ad abbassare psicologicamente la guardia per non compromettere un terzo posto da blindare a tutti i costi. La prolungata pausa per le recenti festività è giunta, comunque, ad hoc per coach Cece Ciocca che potrà così utilizzare al meglio Bloise, pienamente ristabilito dal lungo infortunio.

Giacomo Bloise della Comark Bergamo

Giacomo Bloise della Comark Bergamo
(Foto by Prezioso)

Nel match dell’andata fu la Comark a prevalere senza faticare in maniera consistente. «Nelle quattro partite che mancano alla fine - ha sottolineato il pivot Chiarello- non dovremo concedere assolutamente nulla agli avversari. Oltre a conseguire le poste in palio si impone la necessità di raggiungere, giorno dopo giorno, il massimo della forma per l’inizio dei playoff». Come dargli torto?

Arturo Zambaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA