Remer e Comark gran favorite sulle avversarie Chieti e Trieste

Remer e Comark gran favorite
sulle avversarie Chieti e Trieste

Seconda trasferta consecutiva, domenica 21 (ore 18) per la Remer in quel di Chieti. Subito il pronostico una volta evidenziato il secondo posto dei bergamaschi e il centro classifica dei toscani.

In considerazione delle rispettive posizioni rientra, allora, razionale far pendere il piatto della bilancia dalla parte del team di coach Adriano Vertemati. Certo, ci sarà il fattore campo contrario ma sul parquet, come da sempre risaputo, ci vanno i giocatori e nessun altro. Nell’ultima sfida, sul «neutro» di Ferentino, la Remer ha piegato Scafati con pieno merito anche se il risultato è rimasto in bilico sino negli istanti finali.

Pure nel Lazio si è vista una Remer in palla, compreso l’allenatore particolarmente abile nel ruotare nove dei dieci titolari e nel gestire la prevedibile reazione indiavolata degli avversari. E se capitan Rossi e compagni reciteranno, di nuovo, l’applaudito copione anche da Chieti rientreranno con la posta in palio che consentirà loro di blindare la prestigiosa piazza d’onore della graduatoria. Tutti disponibili per Chieti, vale dire, Rossi, Marino (complimenti per la convocazione all’ All Star Game natalizio) Carnovali, Marusic, Kyzlink, Sabatini, Gaspardo, Turel, Slanina e Pasqualin.

Così come sembra scontato il successo della Comark (serie B) che riceverà domenica al Centro sportivo Italcementi, di via Statuto, a Bergamo, il fanalino di coda Trieste. Vale la pena sottolineare che i triestini hanno, sin qui, puntualmente perso. E’ il caso di aggiungere altro? Si solo una cosa: qualora Trieste conquistasse i primi due punti del campionato (incrociamo, comunque, le dita) per il quintetto cittadino sarebbero seri guai in proiezione futura. A tifare Comark, oltre ai numerosi supporter presenti la scorsa settimana nel derby vinto sulla Vivigas ci sarà l’esercito dei bambini militanti nei Centri minibasket promossi dallo stesso sodalizio e affiliati.

Arturo Zambaldo


© RIPRODUZIONE RISERVATA