Remer e Comark pronte all’appello per preparare la stagione 2016-2017
Cece Ciocca

Remer e Comark pronte all’appello
per preparare la stagione 2016-2017

Remer e Comark a braccetto per il via alla preparazione ai campionati 2016-2017. Appuntamento nel tardo pomeriggio di mercoledì (ore 18) per i trevigliesi al tradizionale Pala Facchetti; per i cittadini nell’inedita struttura del Lazzaretto, di Bergamo.

In mattinata giocatori alle prese con le rituali visite mediche, dopodiché le prime sgambate sciogli tossine accumulate nelle lunghe vacanze, sotto la guida dei preparatori atletici. Per il talentuoso regista Tommaso Marino (blindato nella Bassa nonostante le copiose richieste) il team, presieduto da Gianfranco Testa, sarà chiamato, a compiere un passo in avanti, inteso nel più ampio senso del termine: «E ce la metteremo tutta – ha precisato – per centrare questo obiettivo. Come in passato, verrà concesso il dovuto spazio ai baby avviati ad una solida carriera, Marini in primis, Pecchia, Cesana, Curtis e Mezzanotte. Fermo restando la preziosa presenza dei collaudati pezzi da novanta Rossi, Sorokas e Sollazzo. Nei confronti di quest’ultimo, cercheremo di assemblarlo al meglio nel gruppo».

Sul fronte Comark, invece, per coach Cece Ciocca si tratterà di affrontare una ulteriore stagione sportiva ricca di insidie anche se estremamente ambiziosa. «Pure quest’anno – sono sue parole – punteremo al salto di qualità nonostante la presenza nel girone di Orzinuovi, Cento e Piacenza che si allineeranno ai nastri di partenza con i nostri obiettivi. L’esperienza vissuta nella passata annata spero ci abbia insegnato parecchio». Sulla composizione dell’organico, il confermato tecnico orobico ha detto: «Rispetto a prima abbiamo inserito pedine (Berti, Cazzolato, Squeo) di sicuro affidamento e molto eclettiche. Mi rasserenano, inoltre, i rinnovi contrattuali a Ghersetti, Panni, Pullazzi, Chiarello e Milani reduci da un torneo più che soddisfacente». Presente al raduno il presidente Massimo Lentsch, appositamente rientrato dalle vacanze-lavoro di Lipari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA