Remer e Comark, quasi ci siamo Ultimi colpi del basket-mercato

Remer e Comark, quasi ci siamo
Ultimi colpi del basket-mercato

Con largo anticipo rispetto alla conclusione del mercato, Remer e Comark sono già a buon punto nell’allestimento dei rispettivi roster.

In casa Remer con il recente ingaggio di Tambone e l’avviata trattativa che porterà a Treviglio Sorokas si può dire che in pratica ci siamo. Sì, perché in rosa trovano posto i confermati Marino (nella foto), Rossi, Kyznlink e Turel. Inoltre si sta definendo il rinnovo del contratto di Carnovali al quale, dopo l’esplosione nello scorso torneo, non mancano allettanti proposte da parte di un paio di club. Su Gaspardo (di proprietà dello Jesi), altro baby salito di colpo di quotazione, ci si sta dando da fare per trattenerlo. Siamo a quota otto, pertanto per raggiungere i dieci si ricorrerà agli immancabili due da prelevare dal prolifico settore giovanile. Complimenti (lungamenti ripetuti) al «mago» della campagna acquisti-cessioni Insogna che, pur non perdendo mai di vista il discorso economico, è in sempre in grado di regalare anche all’allenatore un roster più che dignitoso.

Anche la Comark può considerarsi, più o meno, in dirittura d’arrivo. Qui è d’obbligo parlare di rivoluzione a cominciare dal cambio del coach, Cece Ciocca al posto di Alessandro Galli. Prima cosa la sostituzione dei partenti Bona, Zanelli, Magini, Cortesi e Masper. Ufficializzati dalla dirigenza i nuovi Scanzi e Panni. Pressoché sicuro pure l’ingaggio del venticinquenne Bloise, regista, proveniente dal Cantù con un minutaggio totale di 14 minuti nel corso dell’ultimo campionato in serie A. Probabile, inoltre, l’innesto di Milani, ben conosciuto da Ciocca per averlo diretto a Treviglio e a Ravenna. Per completare l’organico occorre un pivot di qualità da alternare a Chiarello.

Arturo Zambaldo


© RIPRODUZIONE RISERVATA