Remer, è il tempo di reagire Dopo tre ko, c’è da  battere Latina

Remer, è il tempo di reagire
Dopo tre ko, c’è da battere Latina

È tempo di invertire la marcia. Anche il calendario tende la mano alla Remer reduce da tre ko, peraltro, non annunciati. Al Pala Facchetti domenica alle 18 arriva il Latina, terzultimo. Sono le inconfutabili cifre a evidenziare il netto divario tra le contendenti.

Sin qui i trevigliesi hanno totalizzato 26 punti; 18 quelli racimolati dai laziali. Diversità di bottini motivati dalla differenza qualitativa dei due roster. Diametralmente opposti, pure, gli obiettivi dei club. La Remer, da un po’, ha alzato doverosamente l’asticella visto che punta ai playoff; Latina aspira alla sola salvezza.

Entrambe, invece, nell’ultimo turno di regular season hanno perso senza alcuna attenuante, in trasferta, contro le non irresistibili Imola e Tortona. Guai seri se la Remer dovesse accusare il quarto tonfo di fila. Ma guardare il bicchiere mezzo pieno non ci pare, proprio, una forzatura.

A meno che capitan Rossi e compagni abbiano di colpo disimparato la ricetta per come affrontare gli avversari sia sotto l’aspetto tecnico-tattico sia mentale. Qualcuno parla, con insistenza, di scadimento di condizione fisica: ne dubitiamo tenendo conto della giovane età di gran parte dell’organico.

Alleato dei trevigliesi è anche il fattore campo. Coach Adriano Vertemati disporrà dei dieci titolari. Al pronti-via i privilegiati dovrebbero essere: Carnovali, Rossi, Marino, Gaspardo e Kynzlink con in panchina Sabatini, Slanina, Turel, Marusic e Beretta. Nelle file di Latina, occhio all’ex Ihedioha tra i migliori della scorsa stagione e perciò puntualmente rimpianto.

Arturo Zambaldo


© RIPRODUZIONE RISERVATA