Remer, liquidato il debole Tortona Sugli scudi c’è un super Rossi

Remer, liquidato il debole Tortona
Sugli scudi c’è un super Rossi

Come ipotizzato alla vigilia la Remer è tornata al successo dopo il Ko di Reggio Calabria. Una vittoria che fa classifica ma nulla più. Troppo deboli gli avversari di turno per esaltare la prestazione dei pur meritevoli trevigliesi.

Del resto (e si sapeva a fondo) Tortona è vissuta sin qui unicamente sulle esibizioni degli statunitensi Crockett (18 punti) e Galloway (12) insufficienti, comunque, a portare da soli il peso dell’intero complesso. Viceversa la Remer, al PalaFacchetti, ha contrapposto un super Rossi (incontrollabile avanti e in grado di catturare 14 rimbalzi) un Kynzlink che ha riscattato l’ultima ombrosa prova e un Gaspardo, dall’inizio di questa regular season, costantemente, nonché sorprendentemente, incisivo. Tre pedine, quelle elencate, in grado di sopperire all’operatività fornita così così da parte degli altri cinque colleghi utilizzati dall’allenatore Adriano Vertemati nel corso dell’ incontro.

Tortona in grado di contrastare i padroni di casa unicamente fino all’intervallo lungo. Ma dal rientro degli spogliatoi al suono della sirena la Remer non ha faticato per mantenere uno scarto-sicurezza sul team avversario. Remer che ha primeggiato, soprattutto, a rimbalzo (44 a 37) e nei tiri pesanti (23 per cento sul 17). Prossima gara, domenica sul parquet del fanalino di coda Roseto degli Abruzzi. Un match, evidentemente, da sfruttare per dare continuità nei risultati.

Arturo Zambaldo

REMER-TORTONA 70-57

REMER: Rossi 15, Kynzlink 13, Gaspardo 9, Carnovali 6, Marino 5, Sabatini 5, Marusic 4, Slanina 8, Turel 5, Pasqualin, Beretta.

TORTONA: Rotondo 2, Simoncelli 6, Crockett 18, Tavernari 2, Galloway 12, Venuto 2, Strotz 2, Frattallone, Tava, Carosi, Valenti 13.


© RIPRODUZIONE RISERVATA