Giovedì 21 Novembre 2013

Remer, nessun giallo su Gadson

Krstovic a Treviglio da lunedì

Novar Gadson (Remer) in azione
(Foto by Foto studio Zanetti)

Nessun giallo sul rientro negli Usa di Navor Gadson, l’ala di colore della Remer giunto a Treviglio la scorsa estate e ripartito definitivamente una decina di giorni or sono. Le voci sul suo acquisto da parte di un club libanese sarebbero in contraddizione con l’improvviso volo per Philadelfia a causa dell’aggravarsi delle condizioni di salute della mamma.

A fare il punto della situazione, smontando, di conseguenza, la vicenda è il general manager della Remer, Euclide Insogna «Poche ore fa il procuratore di Gadson mi ha riferito che il suo assistito si trova nella propria abitazione per curare la mamma. Al tempo stesso mi ha precisato che lui è in contatto con una società del Libano per non farlo rimanere a piedi qualora il suo assistito decida di riprendere l’attività agonistica. Mi sembra perciò il caso di ribadire che il giocatore ci ha lasciati per motivi familiari e non per altri. Del resto la Remer non aveva alcuna intenzione, come si suol dire, di “tagliarlo” visto che nelle prime partite aveva avuto la buona media realizzativa di una ventina di punti. Certo avrebbe dovuto migliorare in difesa ma, globalmente, le sue prestazioni sono andate al di là della sufficienza. Pertanto non vedo proprio perché si vada alla ricerca del sensazionalismo a tutti i costi o giu di lì».

Insogna, ha inoltre, fatto il punto, sul sostituto di Gadson, Bojan Krstovic, il serbo trentatreenne, ingaggiato, certo da poco ma tuttora nel suo Paese di origine. «A tardarne l’arrivo sono soltanto alcune pratiche di ordine burocratico. Lo aspettiamo, comunque, all’inizio della prossima settimana. Come dire che Krstovic, dalle mani molto calde, salterà la gara di domenica a Chieti. Il suo apporto sarebbe stato senz’altro prezioso vista anche l’indisponibilità di Marino, a disposizione di coach Adriano Vertemati, tra tre-quattro turni».

Arturo Zambaldo

© riproduzione riservata