Remer, non c’è 2 senza 3 A Trieste per stupire ancora

Remer, non c’è 2 senza 3
A Trieste per stupire ancora

Dopo aver recuperato le 2 sconfitte iniziali, la squadra di Vertemati si gioca il tutto per tutto giovedì nella bella.

Continuare a stupire! È lo slogan coniato dalla Remer per lo spareggio playoff di giovedì 11, a Trieste. Trevigliesi che si giocheranno al palasport giuliano (dalle 20,30 l’accesso ai quarti di finale. Capitan Rossi e compagni arrivano a gara 5 con pieno merito, dopo aver annullato i primi due verdetti sfavorevoli di Trieste. Per rimanere in pista la Remer ha dovuto superarsi, negli ultimi 80 minuti di gioco, sotto gli aspetti tecnici, tattici, mentali e agonistici. Da sottolineare, poi, l’abilità di coach Adriano Vertemati, autentico big del settore.

L'esultanza dopo la vittoria contro Trieste

L'esultanza dopo la vittoria contro Trieste

Non a caso la dirigenza sin dall’estate aveva posto come obiettivo i playoff e non una semplice permanenza in A2, e la squadra si è superata, consideranto che per un certo periodo aveva anche toccato secondo e quarto posto della classifica. Tornando alla bella di giovedì, anche stavolta il quintetto del presidente Gianfranco Testa non parte col ruolo di favorito. Ma, attenzione, solo sulla carta: rispetto ai precedenti match ha dalla sua la mente totalmente sgombra da qualsiasi pressione. Trieste, dal canto suo, ha addosso molta più pressione. E poi dopo aver recuperato 2 partite, per i trevigliesi (al gran completo) può valere il classico «non c’è 2 senza 3...».


© RIPRODUZIONE RISERVATA