Giovedì 13 Febbraio 2014

Remer, salutiamo «torre» De Paoli

Ceduto alla Stella Azzurra di Roma

Ludovico De Paoli in azione
(Foto by Zanetti Foto)

Si è conclusa dopo soli cinque mesi la permanenza di Ludovico De Paoli, 21 anni, 207 centimetri, alla Remer. Presentato come un giovane molto interessante dal club trevigliese in fase di presentazione della squadra la scorsa estate è stato girato alla Stella Azzurra di Roma, sodalizio militante nella quarta divisione nazionale.

Il benservito al giocatore era, praticamente, scontato da quando tre settimane or sono la dirigenza gli aveva preferito Raphael Gaspardo, ventenne, medesima altezza, prelevato da Jesi. In effetti nei pur pochi minutaggi concessigli da coach Adriano Vertemati in campionato, De Paoli ha fornito prestazioni non del tutto convincenti.

Da qui, riteniamo, il ricorso a Gaspardo che rispetto al suo predecessore pare in possesso di maggior spessore tecnico. Vale la pena ricordare ricordare che prima di De Paoli la Remer aveva salutato anzitempo lo statunitense Gadson, altro cestista magnificato al suo arrivo preferendogli il serbo Krstovic.

Insomma, da prendere atto che si è trattato in entrambi i casi di correttivi in corsa. Intanto la squadra si sta allenando intensamente in vista della sfida di domenica prossima, al Pala Facchetti, contro Ferrara, secondo in classifica. Reduci dalle sconfitte consecutive in trasferta, contro Omegna e Mantova, giocate dal team bergamasco molto al di sotto delle effettive potenzialità, capitan Rossi e compagni saranno chiamati a cambiare decisamente rotta.

Ad esigerlo è, soprattutto, la classifica della regular season bisognosa più che mai della classica operazione-risalita. In caso contrario sarebbe davvero un bel guaio visto che tra due domeniche la Remer renderà visita alla capolista Agrigento. Ci siamo capiti?

Arturo Zambaldo

© riproduzione riservata