Remer, secondo ko di fila a Trieste Si punta al riscatto al PalaFacchetti

Remer, secondo ko di fila a Trieste
Si punta al riscatto al PalaFacchetti

Persa, purtroppo, anche gara-due, sempre a Trieste. Nulla da fare per la Remer costretta a rincorrere gli avversari per l’intera durata del match. Adesso per prolungare la serie nei playoff ai trevigliesi non resta che vincere il terzo confronto in programma venerdì sera al PalaFacchetti.

Nel caso di un nuovo ko capitan Rossi e compagni daranno il definitivo addio alle sfide-promozione già al primo turno. Il film della gara parla di padroni di casa puntualmente avanti al termine delle quattro frazioni: 26-18; 30-24; 29-17 con l’eloquente risultato finale di 97-82. Trieste leader nei tiri dalla grande distanza (10-21 contro i 5-20 della Remer; nei rimbalzi 36 a 28 e dalla lunetta 15 su 15). Con cifre tanto eloquenti impossibile contrastare antagonisti che si erano imposti alla grande nel corso della regular season.

La Remer ha messo, comunque, cuore e determinazione ragion per cui non va rimproverata a nessun titolo. A livello individuale la palma del migliore al solito Frazier (21 punti) seguito dal connazionale Easley (14 punti e 6 rimbalzi) e da Planezio (11 punti e 7 su 7 ai liberi). Non male Marino (9) insufficienti Rossi, Pecchia e Borra. Non ha ripetuto l’exploit di domenica scorsa Mezzanotte (2). Sugli scudi, di Trieste, Bowers (17) Cavaliero (12) Green (16) e Mussini (14).

E adesso sotto con la citata gara tre di venerdì prossimo. Il team triestino dovrà fare i conti con il conclamato contributo dei supporter dagli spalti del PalaFacchetti oltre, naturalmente, con la voglia di riscatto dei remerini ai quali coach Adriano Vertemati impartirà adeguate strategie tecnico-tattiche per mantenerli in corsa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA