Remer, stop alla capolista Legnano I presupposti non mancano

Remer, stop alla capolista Legnano
I presupposti non mancano

Alla Remer il compito di sovvertire i pronostici della vigilia. Favorita la prima della classe Legnano ma i treviglie si son soliti stupirci dall’ inizio della corrente stagione.

Non a caso occupano meritatamente il sesto posto nonostante le perplessità estive di parecchi affidabili addetti ai lavori. La sfida tra i due team lombardi è giovedì 26, con palla a due alle 21, al Pala Facchetti. Sarà una Remer col vento in poppa come ha evidenziato l’applaudito blitz di domenica scorsa ad Agropoli (63-80 il risultato finale). Stimoli di alto spessore per entrambe le formazioni: Legnano vuole blindare la vetta staccando così l’antagonista Biella; Rossi e compagni intenti a proseguire la corsa verso i dichiarati playoff (per accedervi sarà sufficiente piazzarsi ottavi).

Coach Adriano Vertemati si affida come sempre alla dinamicità a campo aperto dei giocatori unitamente allo sbarramento in fase difensiva. Compito, poi, dei principali cecchini Sollazzo, Sorokas e il sorprendente Marini di arricchire i rispettivi referti.

Nel contesto non abbiamo dimenticato il talentuoso Marino: a lui viene richiesto autorevolezza e «numeri» in cabina di regia e punti impossibili specie dalla grande distanza. Al resto penseranno i Ranger a coinvolgere nel tifo i supporter nel corso dell’ atteso derby. Remer al gran completo con Marino, Rossi, Sorokas, Sollazzo, Marini, Genovese, Cesana, Genovese, Curtis e Mezzanotte. Legnano, invece, senza l’ importante guardia Frassineti. Per la cronaca, la Remer vanta un 4-0 nelle precedenti partite con Legnano e, scusate se è poco. Pure dalla cittadina milanese è previsto un buon numero di sostenitori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA