Sarri: «Denis-Tonelli, subita ingiustizia Se dico quel che penso mi squalificano»

Sarri: «Denis-Tonelli, subita ingiustizia
Se dico quel che penso mi squalificano»

«Siamo consapevoli di aver subito un’ingiustizia, ma ciò ci deve solo dare la forza per fare una grandissima gara col Napoli, una sfida che di per sè già comporta enormi stimoli contro una squadra in salute. Vogliamo far bene, in una serata per noi importantissima».

Maurizio Sarri quel 2-2 di Bergamo non l’ha digerito, per quel pareggio di Denis all’ultimo respiro e per il dopo-partita ancora con l’attaccante argentino protagonista, ma questa volta in negativo. «Ho sentito tante ricostruzioni, comprese alcune molte fantasiose - sottolinea Sarri in conferenza stampa alla vigilia della gara di giovedì sera, allo stadio Castellani, contro i partenopei di Benitez -. «Il pugno a Tonelli? Non dico quello che penso altrimenti mi squalificano, ma l’unico episodio del genere che ricordo è quello di Ferrigno a cui hanno dato 3 anni di squalifica. Non credo che Denis meriterebbe tanto perché è un bravo ragazzo e ha perso la testa. Come sta Tonelli? Sente di aver subito un´ingiustizia e speriamo di poter dimostrare che lui nel dopo gara non ha incrociato Denis».


© RIPRODUZIONE RISERVATA