Domenica 24 Novembre 2013

Atalanta ancora ko in trasferta

Il Sassuolo vince nella ripresa

Atalanta, la delusione dopo il 2-0
(Foto by Magni)

SASSUOLO-ATALANTA 2-0

RETI: 18’ st Zaza, 22’ st Berardi

SASSUOLO (3-4-3): Pegolo 6,5; Antei 5,5, Bianco 6,5, Acerbi 6; Schelotto 5,5 (1’ st Gazzola 6), Magnanelli 6,5, Marrone 7, Longhi 5,5; Berardi 7 (37’ st Marzorati sv), Floro Flores 6 (25’ st Kurtic 6), Zaza 6,5. All. Di Francesco. In panchina: Pomini, Chibsah, Missiroli, Laribi, Pucino, Ziegler, Rosati, Masucci,Farias.

ATALANTA (4-3-1-2):Consigli 6; Bellini sv (6’ pt Scaloni 6), Canini 5,5, Stendardo sv (27’ pt Cazzola 6), Brivio 5,5; Carmona 5,5, Cigarini 6, Migliaccio 6; Moralez 7; Denis 5,5,Livaja 5 (23’ st Marilungo sv). All. Colantuono. In panchina: Sportiello, Caldara, Del Grosso, Pugliese, Kone, Baselli, Gagliardini, Bonaventura, Brienza.

Arbitro: Valeri di Roma 6.

Note: spettatori 8 mila circa. Espulso Antei al 31’ st per doppia ammonizione. Ammoniti Floro Flores, Carmona e Canini. Corner 5-2 per il Sassuolo. Recupero 3’+3’.

Atalanta ancora ko in trasferta. Stavolta i nerazzurri sono stati piegati per 2-0 dal Sassuolo che ha segnato nella ripresa con Zaza (18’ st) e Berardi (22’ st) nel giro di cinque minuti. È la sesta sconfitta in campo esterno in sette partite per i bergamaschi che sono stati agganciati in 9ª posizione da Udinese e Parma e vantano un +6 sull’area retrocessione (era +7 alla vigilia).

Con il rendimento insufficiente lontano dal Comunale di Bergamo va però ricordata anche la sfortuna che sta colpendo l’Atalanta sul piano dei giocatori infortunati. Mister Colantuono, che aveva dovuto già presentare uno schieramento d’emergenza, è stato costretto a sostituire dopo 6’ Bellini (uscito tra le lacrime, da verificare il suo infortunio: potrebbe essere grave) con Scaloni e dopo 26’ Stendardo con Cazzola che non giocava da mesi e ha dovuto posizionarsi in un ruolo non suo come quello di centrale in difesa.

Se dunque ci possono essere attenuanti in difesa, sorpresa due volte nella ripresa e sono stati altrettanti gol, non si può non rilevare come anche a Reggio Emilia i nerazzurri non abbiano prodotto molto in attacco: niente di rilevante nel primo tempo, una chance al 2’ st con Moralez (di gran lunga l’atalantino più positivo) e una clamorosa palla-gol non concretizzata al 36’ st da Denis sul 2-0 e con il Sassuolo in dieci dal 31’ st (rosso ad Antei).

Decisamente troppo poco se si pensa che l’Atalanta non aveva davanti una corazzata: i nerazzurri hanno dovuto vedersela contro una squadra, diretta concorrente nella corsa alla salvezza, abbastanza debole e fragile che ha comunque avuto l’abilità di sfruttare un paio di opportunità favorevoli, ovvero lo sviluppo di una punizione con tre calciatori del Sassuolo liberissimi in area (zampata di Zaza per l’1-0 al 18’ st) e una giocata anche un po’ casuale di Marrone che ha liberato Berardi in area per il 2-0 al 22’ st.

Parlando dei singoli, abbiamo già accennato a Moralez che non ha inventato nessuna giocata decisiva in attacco, ma è stato letteralmente un giocatore ovunque, aiutando moltissimo in fase difensiva e tentando di dare qualità in attacco. Dolenti note invece per Livaja che ha giocato praticamente da solo ed è apparso totalmente avulso dal resto della squadra. Tanto che Colantuono, pur dovendo rimontare, l’ha sostituito con Marilungo subito dopo aver incassato il 2-0.

Dunque, ancora un rientro mesto a Bergamo. Il rendimento insufficiente in trasferta potrebbe trasformarsi in un serio problema in futuro se l’Atalanta non sarà sempre in grado di recuperare in casa i punti persi fuori. Ricordiamo che domenica scorsa i nerazzurri si sono salvati vincendo nel recupero contro il Bologna, ma domenica prossima a Bergamo arriverà nientemeno che la Roma con il suo condottiero Totti probabilmente disponibile.

Marco Sanfilippo

CRONACA

Atalanta in campo a Reggio Emilia contro il Sassuolo nel quadro della 13ª giornata. Sassuolo che è debole in casa (la miseria di 4 punti raggranellati) e Atalanta che è debole in trasferta (una vittoria e ben cinque ko). Tra i nerazzurri Bellini ha vinto il ballottaggio con Scaloni per il ruolo di terzino destro. Per il resto, tutto confermato con Maxi Moralez alle spalle del duo offensivo formato da Denis e Livaja.

Sassuolo molto d’attacco, perché il modulo è il 3-4-3 e non il 3-5-2 ipotizzato alla vigilia. In pratica c’è un centrocampista in meno, Kurtic, e un attaccante in più, l’insidioso Zaza.

Primo tempo

6’: entra Scaloni per l’infortunato Bellini. Il difensore atalantino in lacrime per un problema al polpaccio destro. Denis è il nuovo capitano.

7’: tentativo da fuori area di Magnanelli con la palla che si perde non lontano dall’incrocio dei pali alla sinistra di Consigli.

24’: Livaja va in fuga sulla sinistra, potrebbe passare a Denis in area, invece tenta l’azione personale ma è efficace l’intervento del portiere Pegolo a tu per tu con l’attaccante nerazzurro.

25’: Il Sassuolo reclama un rigore, ma il contatto in area tra Canini e Berardi è regolare, normale protezione della sfera.

27’: entra Cazzola per l’infortunato Stendardo (guaio al flessore della coscia destra già avvertito nel riscaldamento).

35’: ammonito Antei per gioco falloso.

37’: grande deviazione in corner di Consigli che stava per essere sorpreso da un colpo di testa non ortodosso di Antei su azione di punizione.

45’: 3’ di recupero.

48’: fine primo tempo, Sassuolo-Atalanta 0-0.

Secondo tempo

1’: entra Gazzola per Schelotto.

2’: Denis con un colpo di tacco regala un assist per Moralez, il cui diagonale ravvicinato da destra è neutralizzato da Pegolo.

7’: cross da sinistra di Brivio, Carmona è smarcato, ma il traversone è alto e il centrocampista atalantno riesce soltanto a toccare il pallone, ma non a indirizzarlo bene verso la porta.

15’: tentativo da lontano di Livaja ,ma senza pretese, elementare la parata di Pegolo.

16’: una conclusione bassa e un po’ a rientrare da destra di Berardi si rivela imprecisa.

18’ GOL: punizione di Berardi deviata da Consigli sulla sua sinistra, della sfera d’impossessa Marrone che crossa rasoterra a centroarea dove ci sono liberi tre giocatori del Sassuolo ed è Zaza,ex nerazzurro, a dare la zampata vincente a due passi dalla porta.

22’ GOL: Marrone, seppur contrato da Carmona, riesce a offrire un pallone invitante in verticale per Berardi che in area infila l’angolino alla sinistra di Consigli.

23’: entra Marilungo per Livaja.

24’: ammoniti Floro Flores e Carmona per reciproche scorrettezze.

25’: entra Kurtic per Floro Flores.

31’: espulso Antei per doppia ammonizione.

36’: cannonata dall’interno dell’area di Denis, paratissima di Pegolo che evita un gol che pareva inevitabile.

37’: entra Marzoratti per Berardi.

45’: 3’ di recupero.

48’: fine partita, Sassuolo-Atalanta 2-0.

© riproduzione riservata