Scommesse, Colantuono rimandato La difesa sarà martedì 19, insieme a Doni

Scommesse, Colantuono rimandato
La difesa sarà martedì 19, insieme a Doni

È stato rimandata l’arringa dei legali difensori di Stefano Colantuono, ex allenatore dell’Atalanta, accusato di frode sportiva per Crotone-Atalanta nell’ambito del processo calcio scommesse.

La difesa, originariamente prevista martedì 12 aprile, è stata spostata a martedì 19, lo stesso giorno in cui parlerà quella dell’ex capitano nerazzurro Cristiano Doni. È prevista invece l’udienza per i legali del portiere Paolo Acerbis. Dopo le arringhe inizierà il conto alla rovescia in attesa del giudizio previsto per maggio. Quanto invece a Previtali, accusato per Livorno-AlbinoLeffe 1-2 perché il suo nome compare insieme a quello di altri giocatori in un sms tra Parlato ed Erodiani, il suo difensore Andrea Scalco, del Foro di Vicenza, ha evidenziato come Previtali sia citato soltanto in quel sms e come non possa essere sufficiente il calco di rigore provocato da Previtali in quella partita per dimostrare che il suo assistito partecipò a un tentativo di combine. Anche Scalco, come del resto Siciliano, ha domandato l’assoluzione per il giocatore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA