Semifinale scudetto, la Foppa fuori Ma è stata una stagione da applausi
La grinta della Foppa stavolta non è stata sufficiente

Semifinale scudetto, la Foppa fuori
Ma è stata una stagione da applausi

La Foppapedretti, ha lottato, ha trascinato Gara3 della semifinale scudetto fino al quarto set, ma alla fine si è dovuta arrendere alla Nordmeccanica -Piacenza che nella sfida decisiva per l’accesso alla finale ha prevalso in casa sulle rossoblù per 3-1 con i parziali di 28-26, 23-25, 25-16 e 25-20.

Si è così conclusa la stagione delle bergamasche che sono comunque da applaudire in modo incondizionato per essere state protagoniste di un’annata sicuramente superiore alle attese, culminata con il trionfo in Coppa Italia, proprio contro Piacenza, e con un cammino nei playoff che ha visto la Foppa eliminare nei quarti Casalmaggiore campione d’Europa.

La corsa finisce qui. Con un cuore grande, con tanta amarezza, ma con l’orgoglio di aver lottato. Fino alla fine. Fino all’ultima palla. In ogni modo. Ogni attimo. La Foppapedretti cede il passo a Piacenza, chiude una stagione che ha regalato mille e più momenti incredibili, sorrisi e lacrime, e, appunto, una trionfale Coppa Italia.

La tensione è alle stelle, i tifosi bergamaschi sono da brividi. Piacenza conferma il sestetto di Gara2, la Foppapedretti propone Sylla dall’inizio e la coppia di centrali Durisic-Aelbrecht. Il primo sorpasso rossoblù arriva al 11-10, Piacenza controsorpassa per il time out tecnico poi è un estenuante punto a punto fino al 17-17. Mejners sembra mettere a terra il break decisivo, Barun rimette la Foppapedretti in carreggiata, ma Sorokaite e Bauer si riportano avanti. 23-21, dentro Plak, Piacenza si fa annullare due palle set e Aelbrecht mette a terra il punto del 24-25, Meijners quello del 26-25 e quello del 28-26 che porta in vantaggio le padrone di casa.

Nel secondo set l’ace di Gennari vale il 10-5, ma le rispondono Sorokaite e Bauer e Piacenza risale fino alla parità. È di nuovo battaglia, la Foppapedretti si spinge avanti con i colpi di Barun, ma Bauer e Sorokaite non la lasciano scappare. Fino all’ace di Barun per il 23-24 e al diagonale di Gennari che firma l’1-1.

Piacenza si spinge avanti 13-11, Plak prende il posto di Sylla ma la Nordmeccanica continua a volare, fino al 18-13, Paggi entra per Durisic e mette a terra il muro del 21-16, ma Meijners viaggia con l’ottanta per cento di efficacia in attacco e i muri di Bauer e Belien fermano la Foppapedretti al 25-16 per Piacenza.

La difesa di Piacenza non lascia cadere a terra nulla nel quarto set, Barun tiene in gioco la Foppapedretti e Aelbrecht firma il muro del 10-12 ma Meijners e Sorokaite pareggiano e spingono fino al 16-13. Rientra Sylla, ma laNordmeccanica non sbaglia nulla, rende vani tutti i tentativi di attacco rossoblù e Ognjenovic chiude il match con un tocco di seconda per il definitivo 25-20.

La corsa dei playoff scudetto prosegue per Piacenza. La Foppapedretti esce a testa alta da una semifinale in cui ha lottato fino all’ultimo, ha regalato un sogno e mille emozioni. Accompagnata dal suo popolo.

Il commento di Alessia Gennari: «Ci è mancata aggressività in alcuni momenti. Muro e difesa, che avevano fatto la differenza in Gara2, questa sera invece sono un po’ mancate».

Il tabellino

NORDMECCANICA PIACENZA-FOPPAPEDRETTI 3-1

Parziali: 28-26, 23-25, 25-16, 25-20

NORDMECCANICA PIACENZA: Sorokaite 23, Valeriano n.e., Belien 12, Bauer 16, Leonardi (L), Marcon 7, Bianchini n.e., Melandri n.e., Poggi (L) n.e., Petrucci n.e., Pascucci n.e., Meijners 20, Taborelli n.e., Ognjenovic 4. All. GasparI.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Mori , Plak 1, Frigo , Gennari 12, Cardullo (L), Aelbrecht 13, Paggi 2, Barun-Susnjar 23, Lo Bianco 1, Durisic 4, Mambelli , Sylla 8. All. Lavarini.

Arbitri: Ilaria Vagni e Rossella Piana.

Note: durata set 30’, 28, 23’, 28. Muri: Piacenza 9, Bergamo 4. Battute vincenti: Piacenza 4, Bergamo 2. Battute sbagliate: Piacenza 7, Bergamo 10. Errori: Piacenza 25, Bergamo 20. Spettatori: 3.160.


© RIPRODUZIONE RISERVATA