Solito dominio Mercedes a Sochi Vettel 4° in griglia. Paura per Sainz

Solito dominio Mercedes a Sochi
Vettel 4° in griglia. Paura per Sainz

Il solito dominio Mercedes in qualifica e il pauroso incidente capitato a Carlos Sainz Junior sulla sua Toro Rosso. Eccolo qui, tra sport e tragedia sfiorata, il sabato della Formula a Sochi.

Disegnata la griglia di partenza del Gran Premio di Russia, dove la Ferrari di Sebastian Vettel e quella di Kimi Raikkonen partiranno rispettivamente quarta e quinta con la speranza di ridurre il gap in gara con le stelle d’argento. In pole position scatterà un redivivo Nico Rosberg capace di battere il compagno e rivale per il Mondiale, Lewis Hamilton.

Carlos Sainz Junior trasportato in ospedale

Carlos Sainz Junior trasportato in ospedale
(Foto by Luca Bruno)

Qualifiche sul circuito di Sochi condizionate pesantemente, soprattutto per quanto riguarda il lavoro dei team, da quanto accaduto nel bel mezzo delle terze e ultime prove libere alla Toro Rosso guidata da Sainz, figlio dell’ex campione di Rally. Lo spagnolo ha perso il controllo della sua vettura andandosi a schiantare violentemente contro le barriere alla curva 13 mettendo in ansia il tutto il Circus per una decina di minuti, il tempo impiegato dai soccorritori per tirar fuori il pilota dalla vettura incastrata a bordo pista.

La Red Bull di Carlos Sainz Junior

La Red Bull di Carlos Sainz Junior
(Foto by Ivan Sekretarev)

Uno schianto che ha fatto rivivere per un attimo il terrore provato con l’incidente costato la vita in Giappone a Jules Bianchi lo scorso anno. Brutti pensieri svaniti fortunatamente quasi subito con le prime immagini del pilota portato via in barella ma in grado di fare il segno dell’okay con il pollice verso l’alto. E solo qualche ora dopo con le prime immagini su twitter di un sorridente Carlos Sainz Junior dal letto d’ospedale e altre notizie confortanti (nessuna lesione in base alla Tac) hanno fatto tirare un bel sospiro di sollievo.

E mentre il Circus scacciava via i fantasmi del dramma accaduto a Bianchi, sul circuito di Sochi partivano regolarmente le qualifiche che hanno regalato l’ennesima prima fila della stagione alle Mercedes con le Ferrari meno vicine del previsto alle Stelle d’argento. Vettel ha provato fino all’ultimo giro ad entrare nella top-3 della griglia del GP di Russia, mancando l’obiettivo per soli 53 millesimi di secondo a vantaggio della Williams di Valtteri Bottas. «Credo che sia decisamente possibile lottare con le Williams - ha detto il pilota tedesco al termine delle prove ufficiali ,- credo che abbiamo un’ottima macchina e sono molto fiducioso a dire il vero per domani. Quanto alle Mercedes, credo siano avanti di circa un secondo o qualcosa del genere, penso che domenica saremo molto più vicini e vedremo cosa riusciremo a fare».

Lewis Hamilton «spia» la Ferrari di Vettel

Lewis Hamilton «spia» la Ferrari di Vettel
(Foto by Luca Bruno)

Nico Rosberg in pole position

Nico Rosberg in pole position
(Foto by SRDJAN SUKI)

«Se ci sarà l’opportunità - aggiunge Vettel - sicuramente dovremo coglierla, ma sarebbe stata certamente più facile se fossimo stati più vicini di una posizione. Pensavo che il gap fosse più piccolo, credo lo sarà in corsa, potremo fare una buona gara lottando con le Williams, e proveremo a dare del filo da torcere alle Mercedes.Ovviamente sarebbe stato più facile se fossimo stati un po’ più vicini alla pole position, ma domani vedremo. Per oggi, la cosa più importante è che Carlos stia bene».


© RIPRODUZIONE RISERVATA