Sonzogni, una sola maglia: il «Sanpe» Ventidue anni e 50 gol in biancorosso
Davide Sonzogni

Sonzogni, una sola maglia: il «Sanpe»
Ventidue anni e 50 gol in biancorosso

Il ventottenne centrocampista fedele alla squadra del suo paese, il San Pellegrino, da quando ha iniziato a giocare a calcio da bambino: 250 presenze e un’unica bandiera.

Davide Sonzogni dice che la sua domenica da libro cuore è stata come dare un «cinque» al senso d’appartenenza. Non solo perché la sfida tra il suo San Pellegrino e l’Oratorio Villongo è finita 5 a 5. Ma soprattutto perché, proprio alla presenza numero 250 con la stessa maglia, ironia del destino (e dei numeri multipli) ha realizzato la rete numero cinquanta in prima squadra: «È stata una giornata indimenticabile, da pelle d’oca».

Il giorno speciale è stato quello del ventottenne centrocampista e capitano del club biancorosso (militante nel e girone C di Promozione), celebrato per un attaccamento da record prima dell’ultimo match casalingo della stagione: «Non ne sapevo nulla di quelle magliette, sono state una sorpresa – racconta una delle ultime bandiere del calcio bergamasco –. In pochi istanti mi è passato davanti un bel pezzo della mia vita». Per lui, dai sei anni in avanti (l’età della scuola calcio), sempre e solo «Sanpe», ovvero il club del suo paese di residenza.


Leggi tutta la storia di Sonzogni su «L’Eco di Bergamo» in edicola venerdì 19 aprile oppure acquistando a 0,99 euro la copia digitale del quotidiano

© RIPRODUZIONE RISERVATA