Striscione della Curva Nord in Città Alta «Grazie, ma il calcio doveva fermarsi»
Lo striscione esposto sotto il porticato della Mai

Striscione della Curva Nord in Città Alta
«Grazie, ma il calcio doveva fermarsi»

Un modo per ringraziare la squadra e anche per ribadire il no al calcio senza pubblico, posizione mantenuta dal tifo organizzato fin dai tempi del lockdown.

«Un calcio che si doveva fermare, un sogno vissuto a metà. Grazie ragazzi per aver onorato questa città». Questo lo striscione appeso giovedì 13 agosto in tarda serata dalla Curva Nord Bergamo, al colonnato della biblioteca civica «Angelo Mai» di Bergamo Alta.

Un modo per ringraziare la squadra e anche per ribadire il no al calcio senza pubblico, posizione mantenuta dal tifo organizzato fin dai tempi del lockdown.

La Curva Nord, che è solita scegliere il viale dello stadio per esporre gli striscioni, stavolta ha optato per la biblioteca di via Colleoni, un luogo simbolo del passeggio dei bergamaschi e anche del turismo, di fronte a Piazza Vecchia, nei pressi del Duomo, di Santa Maria Maggiore e della Cappella Colleoni. La foto è stata pubblicata verso la mezzanotte sulla pagina Sostieni la Curva.


© RIPRODUZIONE RISERVATA