Tiri liberi su Bergamo e Remer Avvio di campionato shock

Tiri liberi su Bergamo e Remer
Avvio di campionato shock

Sarebbe ingeneroso puntare esclusivamente l’indice contro coach Ciocca (Bergamo) e Vertemati (Remer) per l’avvio di campionato choc delle rispettive squadre. Magari coinvolgerli nelle responsabilità perché hanno avallato gli organici dati in dote.

Poi che nei quattro Ko subiti dalle squadre abbiamo compito qualche distrazione tecnico-tattica rientra nella natura umana. Rispetto al collega milanese, Ciocca ha comunque dalla sua l’alibi per le assenze del granatiere Bergstedt e dell’ala Senna i quali rimarranno ai box ancora per due-tre turni. Da trascinare sul banco degli imputati pure gli operatori di mercato dimostratisi, sin qui, non certo lungimiranti. Non è da oggi che invochiamo l’innesto di almeno una pedina per parte. Per Bergamo suggeriamo un’ala fisicata in grado di regalare forza al reparto difensivo e al tempo stesso con qualche punto vincente nelle mani.

Per Treviglio un regista da alternare al talentuoso Marino alle prese, per di più, con qualche acciacco. Nulla da rimproverare ai giocatori? E no, ci mancherebbe! Alla fin dei conti i risultati sono figli delle loro prestazioni a volte criticabili sotto diversi aspetti. Spetta, in tal caso agli allenatori esigere prove adeguate. Una cosa è sin d’ora certa: gli zero punti in classifica sono già da allarme rosso pertanto se non si cambia rotta a tempo di record l’operazione risalita si farà sempre più tortuosa. E all’orizzonte ci sono le prossime trasferte di Piacenza per Bergamo e di Rieti per la Remer: avversarie non impossibili sulla carta ma con l’aria che tira non c’è da stare tranquilli e sereni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA