Tiri liberi sul basket orobico Remer e Bergamo avanti così

Tiri liberi sul basket orobico
Remer e Bergamo avanti così

La Remer formato-PalaFacchetti non delude quasi mai. E l’ultima posta in palio blindata con la concorrente Eurobasket Roma ha posto le basi per evitare la rischiosa lotteria dei playout.

Purtroppo soltanto di basi si tratta. Le formazioni del girone invischiate nella zona rossa sono parecchie. Da qui guai abbassare la guardia. A coniugare il classico bicchiere mezzo pieno viene incontro la condizione fisica dell’intero collettivo in aggiunta ad un Woskuil col turbo nel macinare canestri dalla media-lunga distanza. Da non sottovalutare, inoltre, il solido rendimento di Planezio lasciato libero con eccessiva superficialità in estate da i cugini di stanza in città.

C’è da chiedersi perché la Bergamo Basket abbia tentennato a lungo prima di decidere l’avvicendamento del coach. Le cifre, del resto, parlano a favore del subentrato Giancarlo Sacco che in due turni ha collezionato una vittoria (domenica a Montegranaro, terza forza del campionato) e il giovedì precedente la battuta a vuoto con la capolista Bologna al termine del supplementare. Con Cece Ciocca la squadra aveva ottenuto ai nastri di partenza della serie A2 quattro Ko di fila ottenendo il primo successo (quattro in totale nella sua gestione) al quinto turno. Prematuro, comunque, etichettare Sacco salvatore della patri a visto che a sette giornate dalla fine della corrente regular season la classifica continua a piangere. Sta d i fatto che con il sessantunenne coach in panchina il t e am ha già dimostrato un certificato cambiamento sotto l’aspetto tecnico e mentale. Da sfruttare al meglio le prossime sfide interne , in rapida successione, contro Imola e Orzinuovi, avversarie sulla carta alla portata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA