Toloi: «Un pareggio contro il Lione? Ci basta, ma penseremo a vincere»
Rafael Toloi, difensore brasiliano dell’Atalanta: ha 27 anni

Toloi: «Un pareggio contro il Lione?
Ci basta, ma penseremo a vincere»

Rafael Toloi «accetta» il pari di Torino, mastica amaro per la disattenzione che ha mandato l’Atalanta al riposo sotto d’un gol, ma poi guarda avanti. All’Europa, alla sfida col Lione, all’importanza di fare «una grande partita».

Partiamo prima dal Toro. Un primo tempo fiacco, seguito da una ripresa col piglio giusto: è un punto comunque da salvare oppure c’è rammarico per non essere riusciti a fare bottino pieno? «Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e così è stato, ma abbiamo giocato bene, creando tante opportunità. Certo, dispiace perché abbiamo preso gol ancora una volta alla fine del primo tempo: mancava praticamente un minuto, e questo non va bene, perché non è la prima volta che ci succede in questa stagione. Dobbiamo alzare la concentrazione».

La zona-Europa è sempre a portata di mano. Ma quant’è concreta la speranza di ripetere la qualificazione della scorsa stagione? «Dobbiamo pensare partita per partita. Venivamo da una vittoria in casa, ora abbiamo pareggiato in trasferta e adesso ci aspetta un’altra partita importante fuori casa contro il Genoa: serve ragionare inquadrando un avversario alla volta, solo dopo si pensa a dove si può arrivare».

Ora, il Lione in Europa. È la partita dell’anno, fino a questo momento della stagione? «Una partita importante. F inire primi al girone è importante per il sorteggio, ci potrà aiutare per il cammino. Ora un attimo di riposo, poi abbiamo un po’ di giorni per lavorare e fare una grande partita. Ma non punteremo al pareggio che pure ci basterebbe. Non è nella nostra concezione».


Leggi l’approfondimento sull’edizione de L’Eco di Bergamo in edicola lunedì 4 dicembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA