Treviglio dà l’addio a capitan Rossi Promosso titolare fisso Borra

Treviglio dà l’addio a capitan Rossi
Promosso titolare fisso Borra

Lele Rossi è stato lasciato libero di accasarsi altrove dal Treviglio dopo una permanenza di 7 anni (cinque nelle ultime stagioni sportive e due in precedenti campionati).

Una decisione, in piena regola col contratto riveduto e allungato un paio di estati fa allo storico capitano, mal digerita dalla tifoseria che ha sempre riconosciuto al pivottone romano, grande attaccamento al club e prestazioni ad alto livello sul parquet. Ma al di là dei pur condivisibili sentimentalismi la dirigenza ha optato così in quanto intende promuovere titolare fisso il più giovane Jacopone Borra, con alle spalle un biglietto da visita altrettanto dignitoso. Insomma, si tratta di una ponderata scelta tecnica che, secondo noi, è razionalmente sostenibile. Riteniamo (anche se non abbiamo una specifica conferma) che lo stesso coach Adriano Vertemati (ufficialmente confermato dopo la ventilata partenza per Legnano) abbia avallato l’operazione. Comunque Rossi, nonostante i 37 anni sul groppone, non avrà la minima difficoltà a trovare un’altra squadra sempre in serie A2 in virtù delle sue molteplici qualità, non escluse quelle umane.

Sul nuovo organico, rimarranno di sicuro Pecchia e Planezio, permangono le «x» per quanto concerne le importanti sostituzioni del talentuoso Marino (tornato a Siena) e degli statunitensi Fraizer e Voskuil. Al posto di Marino si punta sul ventunenne Caroti (ex Reggio Calabria) o si valuterà se affidare il delicato ruolo ad un americano. Anche sullo sponsor non ci sono novità anche se il general manager Euclide Insogna è costantemente sul «pezzo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA