Lunedì 01 Settembre 2014

Calciomercato, Gomez all’Atalanta

Bonaventura al Milan per 7 milioni

Jack Bonaventura firma con il Milan

Su Jack Bonaventura colpo di scena: alle 21,30, un’ora e mezza prima della fine del calciomercato, il trequartista è stato ceduto al Milan a titolo definitivo per 7 milioni compresi i bonus. L’Atalanta poche ore prima aveva ingaggiato «Papu» Gomez (ex Catania e Metalist) che dunque è destinato a essere il suo sostituto.

L’indiscrezione abbastanza clamorosa è arrivata alle 21: su Bonaventura è piombato il Milan che aveva ingaggiato Biabiany dal Parma, ma aveva dovuto rinunciare all’affare per il rifiuto di Zaccardo di approdare in Emilia. E alle 21,30 la notizia è diventata in pratica ufficiale: Jack in rossonero a titolo definitivo per 7 milioni compresi i bonus.

Bonaventura - che ha firmato per 5 anni e sembra si sia lasciato andare a un pianto liberatorio al momento dell’accordo - è stato al centro di un intricato duello di mercato a tre. Dopo le voci che parlavano dell’Inter in pole, era entrato prepotentemente in corsa il Verona che voleva dare in cambio all’Atalanta Jankovic più soldi. Ma la trattativa ha avuto un rallentamento e difatti poco prima delle 21 il Verona ha annunciato Saviola (35enne ex Barcellona, era all’Olympiakos).

Sembrava che non ci fosse più nessuna chance per i milanesi che, dopo una lunga trattativa, non avevano ceduto Guarin al Valencia. L’Inter ha comunque tentato ancora d’inserirsi nell’affare Bonaventura. Anche perché si era sparsa la voce di un sondaggio del Real Madrid per Guarin. Invece alla fine è entrato in ballo il Milan con grande decisione e i cugini interisti sono rimasti beffati. E con soltanto tre punte nella rosa.

Alejandro «Papu» Gomez, classe 1988 ed ex attaccante del Catania, nell’ultimo campionato ha giocato con il Metalist in Ucraina (3 gol in 23 presenze). Nelle file della squadra etnea Gomez - che può giocare come seconda punta o trequartista - ha segnato 16 gol in 106 partite.

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 2 settembre

© riproduzione riservata