Vittoria dedicata allo zio che non c’è più Giro d’Italia, vince il bergamasco Masnada

Vittoria dedicata allo zio che non c’è più
Giro d’Italia, vince il bergamasco Masnada

Fausto Masnada ha vinto la sesta tappa del 102esimo Giro d’Italia, la Cassino-San Giovanni Rotondo di 238 chilometri. Il bergamasco portacolori dell’Androni Giocattoli-Sidermec, al termine di una lunga fuga, ha battuto in un arrivo a due il romano dell’UAE Emirates Valerio Conti che è la nuova maglia rosa.

Lo sloveno Roglic, vittima di una caduta senza particolari conseguenze, e il gruppo sono arrivati al traguardo con un ritardo di oltre 7’. Venerdì si disputa la settima frazione, la Vasto-L’Aquila di 185 chilometri.

«Provo tantissima felicità, sono contento di questa vittoria, sapevo di avere una buona condizione, ma vincere al Giro è difficile e ce l’ho fatta». Lo ha dichiarato il vincitore della 6a tappa del Giro, Fausto Masnada, ai microfoni della Rai. La dedica per questa vittoria è particolare. «È per mio zio che è scomparso appena prima che partissi per il Giro. Sono riuscito a salutarlo, gli ho promesso che avrei vinto una tappa e ce l’ho fatta». Quindi, il bergamasco racconta come si è sviluppata la tappa:«Sapevamo che oggi poteva arrivare la fuga perché la tappa era difficile da controllare, sono entrato nella prima fuga ma è andata male, ci ho riprovato ed ho preso la fuga giusta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA