«Vogliamo 2.000 cuori al Palanorda» La Foppa chiama a raccolta i tifosi
Le giocatrici della Foppapedretti si abbracciano dopo la sconfitta del Novara

«Vogliamo 2.000 cuori al Palanorda»
La Foppa chiama a raccolta i tifosi

Rossoblù affamate di punti contro il Pesaro: la squadra ha bisogno della sua arma più forte, il suo pubblico. «Ci servono 2.000 cuori, 4.000 mani e un unico #orgogliofoppa»

La Foppapedretti chiama a raccolta i suoi tifosi per sostenerla nel match con il Pesaro in una sfida in cui le rossoblù del volley sono assetate di punti. «Ci servono 2.000 cuori, 4.000 mani e un unico #orgogliofoppa. Domenica al PalaNorda c’è la sfida a Pesaro. E la Foppapedretti ha bisogno della sua arma più forte: il suo pubblico. Perché il PalaNorda è da sempre fattore determinante. E per una gara così, per un match che vedrà le rossoblù affamate di punti, servirà l’aiuto di tutti nel tempio del Popolo Rossoblù».

«Ci sono ancora quattro partite che possono dare tanti punti – sottolinea Paola Cardullo – che sono quelli che servono a noi: è tutto ancora aperto, magari più complicato, però non è perso niente. Quella di domenica è una partita importante e abbiamo bisogno di tutti, abbiamo bisogno di sentire il calore del nostro palazzetto e dei nostri tifosi, che sono super».

L’appuntamento con la diciannovesima giornata di Campionato è per le 17 di domenica: la Mycicero arriverà a Bergamo in cerca di punti che varrebbero la certezza dei Play Off, la Foppapedretti scenderà in campo per restare agganciata a chi la precede e per non doversi guardare le spalle.

E prima della gara, un momento emozionante: la consegna, da parte del presidente Luciano Bonetti, all’Associazione Aiuto Donna onlus dei fondi raccolti con la campagna solidale del Volley Bergamo. «Scopriremo – spiega la dirigenza – prima del match quanto grande è stato il cuore dei bergamaschi che hanno voluto acquistare il calendario 2018 “Ferma la Violenza” per sostenere il centro antiviolenza di Bergamo e contrastare ogni forma di violenza contro le donne».


© RIPRODUZIONE RISERVATA