L’arte del furto... a 4 zampe!

L’arte del furto...
a 4 zampe!

Chi non ha mai subito un «furto» dal proprio beniamino a 4 zampe, alzi la mano! Dalle calze alle ciabatte, dalle magliette al cibo è un dato di fatto, il cane spesso «ruba» le nostre cose: perché?

Logicamente i motivi possono essere svariati, si va dalla semplice fame (o meglio, alla golosità) alla possessività, dal gioco al bisogno di attirare su di se la nostra attenzione e così via. Vediamo di capirne di più.

Se il vostro cane è un tenace ladro di cibo bisogna innanzitutto capire se le razioni che riceve sono adeguate al suo reale fabbisogno: spesso a noi italiani piace «andare ad occhio», quindi per scrupolo controllate sulla confezione la «razione giornaliera consigliata» (meglio ancora se chiedete direttamente al vostro medico veterinario) e già potrete avere una risposta, ma nella maggior parte dei casi il cane non ruba cibo tanto per fame, quanto per questioni di gola, e il problema può anche causare grossi disturbi di salute.

Quindi se notate questa inclinazione da parte del vostro amico praticate innanzitutto una buona «educazione alimentare», ovvero abituatelo ad una gestione ordinata del cibo: i pasti serviti ad un orario il più possibile regolare; togliere la ciotola (a prescindere dal fatto che abbia mangiato oppure no) una mezz’oretta dopo che gli è stata data rappresenta il punto di partenza per creare una prima base.

Inoltre se è davvero goloso rallegratevi: disponete di un cane con un potenziale a dir poco enorme per potergli insegnare qualsiasi cosa. Abituatelo a ricevere un buon premietto in cambio di qualche istante di calma e poi inserite un comando: ne vedrete delle belle! Un buon educatore cinofilo può aiutarvi a mettere in pratica tutto ciò. Ovviamente in ultima istanza vi consiglio di tenere ogni genere di cibo fuori dalla sua portata e di abituarlo a non ricevere nulla da tavola.

Se invece tende a rubare gli indumenti le cause sono molteplici: si va dal desiderio di sentirsi rassicurato durante le vostre ore di assenza alla possessività. Per lenire e prevenire il disturbo dell’ansia da separazione infatti uno dei primi consigli è proprio quello di lasciare nella sua cuccia un indumento usato e non lavato, ovvero che sia ben impregnato del vostro odore (anche se io prima proverei con il kong, la famosa «pera di gomma» che dispensa cibo goloso). Proprio per questo motivo spesso infatti il cane tende ad andare a rubare i vestiti. Anticipandolo, oltre a prevenire il furto, si evita che entri in contatto con indumenti pericolosi per la sua incolumità come collant e similari, che possono essere ingeriti e con i quali potrebbe addirittura arrivare a soffocarsi.

Anche se è possessivo, (o meglio ossessivo) nei vostri confronti può arrivare a rubare i vostri indumenti, inoltre vi accorgerete che quando siete a casa tenderà a seguirvi ovunque, anche in bagno! Attenzione, non assecondatelo e mettete sempre delle porte tra voi e lui, non fate in modo che diventi la vostra ombra, e in questo caso non lasciategli i vestiti durante la vostra assenza, meglio farlo distrarre con un gioco-dispenser di cibo.

Altro motivo per cui il cane può trasformarsi in un abile Arsenio Lupin a 4 zampe è semplicemente il voler attirare a tutti i costi le vostre attenzioni su di sé, soprattutto se il furto viene commesso in vostra presenza e genera poi un divertente inseguimento per recuperare la refurtiva prima che venga sbrindellata, insudiciata o sbatacchiata di qua e di là. Per lui è semplicemente uno spassosissimo gioco che vi vede protagonisti e appassionatamente coinvolti, e quindi cosa c’è di meglio che riproporvelo ogni volta che tornate a casa e vi cambiate ad esempio i vestiti? In questo caso vi consiglio di giocare molto con lui, utilizzando i «vostri» giochi e non soltanto quelli che ha sempre a disposizione.

Tenete sempre un paio di palline (o ciò che preferisce) per voi, e proponetegliele solo nel momento del gioco, poi rimettetele via. Automaticamente questi giochi aumenteranno il loro valore: sono i vostri e gli vengono concessi esclusivamente in quel frangente.

Per ultimo affrontiamo il furto forse più comune, quello di scarpe e ciabatte: per molti cani e credo per tutti i cuccioli sono assolutamente irresistibili! Spesso sono olfattivamente interessanti, hanno le stringhe che svolazzano e sono fantastiche da masticare. Cosa c’è di meglio? Se poi aggiungiamo che, come per i vestiti, sovente ci scappa anche l’inseguimento con tira e molla finale, la frittata è fatta. Riponetele sempre fuori dalla sua portata, e soprattutto non lasciategli le vostre vecchie calzature… poi chi glielo spiega che differenza c’è tra quella sporca e malandata e quella nuova e costosa? Inoltre evitate di acquistare nei negozi giochi in gomma che le raffigurano, meglio sempre stare su palline e similari.

Paolo Bosatra
educatore cinofilo
www.lallegracagnara.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA