Fumo nero: bruciano carta, legno e ferro Rogo a Osio, la gente aiuta i pompieri
L’incendio a Osio Sotto (Foto by Cesni)

Fumo nero: bruciano carta, legno e ferro
Rogo a Osio, la gente aiuta i pompieri

Grosso incendio a Osio Sotto con fumo nero che è stato visibile per ore in tutta la Bassa Bergamasca, e non solo. A bruciare un grosso deposito dell’azienda Zucchetti che commercia rottami, smaltisce rifiuti industriali e carta da macero.

In fiamme carta, legno e ferro per 300 quintali di materiale. Ancora non si conosce la causa che ha scatenato il grosso rogo in via Levate a Osio Sotto, sul posto una ventina di vigili del fuoco da Bergamo, Dalmine, Treviglio, Romano e Gazzaniga. L’incendio è scoppiato intorno a mezzogiorno di sabato 18 agosto e ha provocato una grossa colonna di fumo visibile in tutta la Bassa, creando curiosità e preoccupazione.

Sul posto anche tantissimi i curiosi che sono accorsi nella zona. Molte le segnalazioni via Fb e sui Social.

I vigili del fuoco sono intervenuti anche per «accerchiare» le fiamme: adiacente alla Zucchetti c’è un’altra azienda edile e l’intervento voleva limitare i danni ed evitare che il rogo la raggiungesse. Ad aiutare i vigili del fuoco anche la gente comune che ha iniziato a usare gli erogatori dell’acqua di proprietà per spegnere il rogo.

Via Levate è stata chiusa al traffico e solo intorno alle 14 la nube si è dissolta. Sul posto anche i tecnici Arpa per le verifiche del caso. Dai primi accertamenti non ci sono pericoli per la salute. «Nessuna criticità ambientale» hanno dichiarato i tecnici valutando i campionamenti ambientali.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 19 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA