Anziana morta in casa, disposta l’autopsia Gravissimo il marito: giallo a Treviglio
L’abitazione di via Trieste a Trevigliol

Anziana morta in casa, disposta l’autopsia
Gravissimo il marito: giallo a Treviglio

L’anziano è ricoverato all’ospedale di Treviglio in prognosi riservata. Disposta l’autopsia per chiarire le cause della morte della moglie 84enne.

Che cos’è successo nella tarda mattinata di martedì 9 luglio in un appartamento al secondo piano di una palazzina residenziale al 12 di via Trieste, poco fuori dal centro di Treviglio? È l’interrogativo al quale stanno cercando di dare una risposta i carabinieri di Treviglio, coordinati dal sostituto procuratore Letizia Ruggeri. Questi i fatti. Nell’abitazione sono stati trovati una donna di 84 anni, Maria Antonia Lanzeni, originaria di Brignano Gera d’Adda, senza vita, riversa sul letto della stanza, mentre il marito di 81 anni, O. G., era a terra, tra il soggiorno e la cucina, con degli evidenti tagli ai polsi e, accanto, alcune confezioni vuote di farmaci. Ora l’uomo è ricoverato in Rianimazione all’ospedale di Treviglio, in prognosi riservata.

Il pm Ruggeri ha disposto l’autopsia, incaricando il medico legale Matteo Marchesi di chiarire le cause della morte della donna, al momento avvolte dal mistero. Nella mattinata di mercoledì 10 luglio la stessa procura, in base a quanto avrebbe sussurrato l’anziano ai soccorritori, aprirà un fascicolo con l’ipotesi di omicidio e tentato suicidio, anche per poter svolgere tutti gli ulteriori accertamenti d’indagine. Tutte le ipotesi restano però aperte. La donna, che non presenta segni di violenza, potrebbe infatti essere stata stroncata da un malore come affermato dai familiari: «La mamma ha avuto un infarto e il papà ha cercato di togliersi la vita».


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 10 luglio 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA