Autostrada Bergamo-Treviglio  La proposta «green» della Provincia

Autostrada Bergamo-Treviglio
La proposta «green» della Provincia

L’ipotesi mostrata in anteprima ai sindaci. Occupa la metà dello spazio rispetto alla prima idea. Metà consumo di suolo.

C’è un terzo possibile tracciato per la superstrada Bergamo-Treviglio. La Provincia lo presenterà ufficialmente venerdì 17 febbraio quando incontrerà tutti i 20 Comuni della Bassa e Media pianura bergamasca. Nel caso ottenga l’ok dei Comuni, la Provincia dovrà poi far accettare la nuova soluzione ad Autostrade bergamasche Spa, la società proponente la costruzione, con fondi privati, della superstrada Bergamo-Treviglio.

Fra le novità principali c’è che a ovest è sparito il braccio di collegamento alla prevista tratta D dell’autostrada Pedemontana-A36. E poi che a sud non si collegherà più al casello della Brebemi-A35 di Treviglio come i primi due già noti possibili tracciati, bensì a quello di Caravaggio. Così concepita la Bergamo-Treviglio avrà una lunghezza di 16 chilometri e, è stato calcolato, comporterà un consumo di suolo di 513 mila metri quadri. Circa l a metà del primo tracciato proposto da Autostrade bergamasche Spa che, invece, andrebbe a occupare un milione e 72 mila metri quadri.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 11 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA