Basket, imprese delle squadre orobiche Remer ai play-off e Bergamo già salva

Basket, imprese delle squadre orobiche
Remer ai play-off e Bergamo già salva

Treviglio sul filo della sirena si qualifica tra le migliori otto e si può giocare la promozione, mentre Bergamo riesce in un’impresa incredibile con 7 vittorie nelle ultime 8 partite, la salvezza è diretta senza playout.

Entusiasmo alle stelle per i baskettari orobici. In primis la Remer qualificata ai playoff per giocarsi la promozione in serie A1; poi, il Bergamo che blinda la A2 senza ricorrere ai rischiosi playout. Traguardi raggiunti da entrambe sul filo di lana ma non per questo non esaltanti. Sì perché i trevigliesi sino a un mese fa erano sull’orlo di dover affrontare le sfide-retrocessioni e al tempo stesso il team cittadino fino a 45 giorni or sono avevano un piede e mezzo nel limbo della cadetteria. Ultimo atto della metaforfosi di entrambe le vittorie di domenica della Remer a Biella (91-96) e di Bergamo, in casa, contro Forlì (77-74). Non è il caso di insistere sui film delle rispettive gare. Va solo detto che si è trattato di gare all’insegna dell’equilibrio. Da spendere particolari elogi, quanto a prestazioni singole, a Frazier (non costituisce novità) immarcabile regista-guardia remerino e alla premiata copia statunitense Hollis-Solano (Bergamo).

Jacopo Borra (remer) in azione

Jacopo Borra (remer) in azione
(Foto by Zanetti Foto)

Al PalaNorda al suono della sirena e a conoscenza della sconfitta di Piacenza molti dei numerosi sostenitori hanno di colpo abbandonato gli spalti per portare in trionfo sul parquet i giocatori e lo staff tecnico (Sacco, Vicenzutto e Gian Marco Petitto ). Non da meno scatenato il presidente Massimo Lentsch che grazie agli onerosi innesti di Hollis e Laganà e con l’ingaggio di coach Sacco (sette vittorie su otto gare da lui gestite in panchina: complimenti a tutto campo!) ha rivitalizzato una squadra caduta in evidente depressione.

pubblico remer

pubblico remer
(Foto by Zanetti Foto)

Anche la metamorfosi della Remer porta il nome di un pio di pedine (Frazier e Easley) indviduate ad hoc dal general manager Euclide Insogna nel mercato di riparazione. Bravo, a sua volta il presidente Gian Franco Testa a non mettere in dubbio un allenatore qualitativamente valido come Adriano Vertemati. E adesso sotto con i playoff con la Remer che affronterà al primo turno Trieste, domenica prossima in Friuli Venezia Giulia.

22 BASKET BERGAMO 2014 - UNIEURO FORLI SOLANO 4

22 BASKET BERGAMO 2014 - UNIEURO FORLI SOLANO 4
(Foto by Yuri Colleoni)


© RIPRODUZIONE RISERVATA