Beve 6 volte oltre il limite, poi lo schianto  Calcio, 30enne tenta di scappare ubriaco

Beve 6 volte oltre il limite, poi lo schianto
Calcio, 30enne tenta di scappare ubriaco

Hanno cercato di fermarlo ma ha tagliato la strada ai carabinieri, per poi essere bloccato.A Calcio i militari hanno denunciato in stato di libertà per minacce, oltraggio, rifiuto di fornire le proprie generalità e rifiuto di sottoporsi dell’alcoltest, un kossovaro 30enne del posto.

L’uomo, a bordo della propria utilitaria, dopo non essersi fermato ad uno stop, ha tagliato la strada ad una pattuglia dei carabinieri in quel momento in zona. A questo punto si è preceduto al relativo controllo. In evidente stato di alcolemia, ha iniziato a minacciare nonché oltraggiare i militari, rifiutando tra l’altro di fornire le proprie generalità. Il 30enne ha altresì rifiutato di sottoporsi all’alcoltest.

A Pontirolo, invece, i carabinieri sono intervenuti a seguito di un incidente con feriti verificatosi tra due autoveicoli sulla strada provinciale. In particolare, i militari hanno accertato che il conducente di un’utilitaria, un 50enne della Bassa Bergamasca, coinvolto appunto nell’incidente in questione insieme ad un altro mezzo (sono in corso accertamenti per stabilire l’esatta dinamica dell’evento), si trovava sotto l’effetto dell’alcol (oltre 3 g/l, quindi ben 6 volte il limite legale). In conseguenza a ciò, l’uomo verrà denunciato penalmente in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza alcolica. A tutto ciò, poi, ne seguirà altresì il ritiro del documento di guida e la decurtazione di 10 punti dallo stesso.

Ancora problemi con l’alcol a Dalmine: qui i carabinieri hanno denunciato per guida sotto l’effetto dell’alcol un operaio rumeno 23enne del posto, con alle spalle già altri precedenti, per guida sotto l’effetto dell’alcol. Il giovane, sottoposto all’alcoltest, è risultato positivo con un tasso di circa 1,3 g/l. Immediato il ritiro della patente di guida e la decurtazione di 10 punti.

A Romano di Lombardia i carabinieri hanno invece arrestato in flagranza di reato per spaccio di sostanze stupefacenti un marocchino 27enne clandestino sul territorio nazionale. Lo straniero è stato bloccato dai carabinieri nei pressi di via dell’Albarotto ed in particolare nella nota zona Cascina Bradella, nota per lo spaccio di droga. In particolare, il 27enne magrebino è stato fermato dai militari mentre stava cedendo 3 grammi e mezzo di cocaina ad un suo connazionale 31enne abitante a Martinengo. Sequestrati anche 250 euro, mentre altri 130 euro sono stati rinvenuti dall’acquirente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA