Boltiere, lite furibonda in strada Aggredisce pure i militari e i medici

Boltiere, lite furibonda in strada
Aggredisce pure i militari e i medici

Furiosa lite in via Dante tra un 42 enne di Dalmine e un 35enne di Osio Sopra: nel mirino anche i Carabinieri di Dalmine e il personale sanitario accorso sul posto.

Una furiosa lite in strada, con due persone a terra, insanguinate, che al transito di una pattuglia dell’Arma non accennano a desistere dall’aggredirsi. Questa la scena presentatasi nella notte tra venerdì 31 luglio e sabato 1 agosto ad alcuni passanti lungo la via Dante di Boltiere.

Così, a finire in manette è A.G., 42enne pluri pregiudicato di Dalmine che, nonostante l’intervento degli uomini in uniforme, ha continuato ad aggredire il contendente, non lesinando di scagliarsi anche contro gli stessi militari intervenuti che cercavano di fermarlo dal suo intento. Un comportamento, questo, ripreso più volte anche a seguito dell’intervento del personale sanitario inviato sul posto per le cure dell’altra parte, un 35enne di Osio Sopra che, viste le vistose ferite, è stato trasportato al Pronto soccorso dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo in «codice giallo».

Per la gravità dei fatti, stante le minacce di morte e l’aggressione patita anche dai militari dell’Arma di Dalmine intervenuti e la personalità violenta dell’uomo – gravato da diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, la persona e la pubblica amministrazione per cui era stato tratto in arresto più volte – è stato arrestato in attesa del processo con rito direttissimo fissato per oggi presso il Tribunale di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA