«Ci hanno svaligiato la casa mentre nostro figlio era alla Playstation»

«Ci hanno svaligiato la casa
mentre nostro figlio era alla Playstation»

L’escalation di colpi con il forellino. I racconti delle famiglie prese di mira nei giorni scorsi.

«Ci si sente violati nella propria intimità. Non è bello sapere che sconosciuti hanno aperto i tuoi cassetti e frugato nelle tue cose». Questa la testimonianza di uno dei tre abitanti a Caravaggio, in via Marchesi, che fra martedì e mercoledì sono stati «visitati» dalla «banda del foro». Venerdì si è appreso di nuove intrusioni in via San Francesco d’Assisi e in via Martelli. Tutte non di notte, bensì nel tardo pomeriggio o nelle prime ore della sera. I malviventi, quindi, non si preoccupano di imbattersi nei padroni di casa. Ed è anche questo che sta creando allarme.

Erano tutti a casa anche i residenti di un’altra abitazione in via Martelli «visitata» martedì sera. I ladri, sempre con la tecnica del foro, si sono introdotti in un camera da letto al primo piano passando attraverso una finestra: «Mi fa paura - racconta una degli abitanti - pensare che avrebbero potuto incrociare mio figlio che, in un’altra camera, stava giocando alla play station. Io e mio marito, invece, eravamo al piano terra e non ci siamo accorti di nulla. Ho capito che cosa era successo solo quando, intorno alle 22, sono andata nella mia camera e ho trovato tutto a soqquadro». Anche per questo furto è stata presentata denuncia ai carabinieri.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 1 dicembre 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA